La perdita dei capelli o alopecia è una condizione che affligge molte persone in età adulta a prescindere dal sesso, ed è legata a cause diverse tra le quali l’ereditarietà, lo stress o ad alterazioni di tipo ormonale.

La forma di alopecia più frequente è l’ alopecia androgenetica che colpisce prevalentemente gli uomini dovuta ad un eccesso di DHT – un ormone dannoso per il bulbo pilifero – e si manifesta con una perdita di capelli localizzata per lo più nelle zone frontali e superiori del capo . Questo disturbo può insorgere anche precocemente durante la maturazione sessuale. 

Anche le donne possono esserne colpite soprattutto durante la  menopausa, dove il capello si assottiglia, perde vigore ed inizia a cadere.

Esiste inoltre una forma di alopecia, denominata alopecia areata, caratterizzata dalla perdita di capelli a   ’chiazze’ in più zone del capo – ma anche della barba – che riconosce tra le cause più comuni uno squilibrio a carico del sistema immunitario, dove i globuli bianchi sembrano attaccare le cellule dei follicoli piliferi . Generalmente in questo caso, la situazione si ristabilizza entro brevi periodi e i capelli iniziano man mano a ricrescere.

Per prevenire la caduta dei capelli è importante prestare particolare attenzione all’alimentazione preferendo cibi ad alto contenuto di taurina, un aminoacido che protegge il bulbo pilifero , come ad esempio i molluschi, la carne di manzo o il pollo.

E’ inoltre importante salvaguardare la struttura dei capelli e la salute del cuoio capelluto utilizzando prodotti cosmetici privi di sostanze chimiche che al contrario potrebbero danneggiarli.

Anche la fitoterapia può essere d’aiuto, uno dei rimedi naturali più conosciuto è il decotto a base di foglie di ortica.

Uno studio , i cui risultati sono stati pubblicati nel 2002 sul  Journal of Dermatology , mette in evidenza le inaspettate proprietà della cipolla per il trattamento dell’ alopecia areata .

Lo zolfo in essa contenuto migliora la circolazione sanguigna e stimolando i follicoli piliferi promuove la crescita dei capelli. Questo elemento inoltre è molto importante per la sintesi della cheratina e del collagene , due proteine necessarie per la struttura del capello.

La cipolla quindi trova spazio anche al di là dei fornelli, e grazie all’aggiunta del miele è possibile conferire alla chioma un aspetto sano e lucente.

Come si prepara il succo di cipolla e miele per il trattamento dell’alopecia areata:

Occorrente:

  • 1 cipolla
  • miele
  • olio essenziale (facoltativo)

Preparazione:

Sbuccia la cipolla e tagliarla a fettine. Per evitare che si ’sfaldi’ inserirla nel congelatore per 15 minuti prima di eseguire tale operazione.

Aziona il frullatore e una volta tritata utilizzando un colino esercita una lieve pressione con un cucchiaio per filtrare il succo.

Per estrarre il succo è possibile anche utilizzare uno spremiagrumi o una centrifuga.

In una ciotola mescola il succo di cipolla con 1-2 cucchiaini di miele e a questo punto se lo gradisci puoi aggiungere qualche goccia di olio essenziale meglio se di rosmarino, lavanda o menta piperita che favoriscono la crescita dei capelli.

Per mascherare l’odore di cipolla puoi aggiungere una piccola quantità di acqua di rose o di succo di limone.

Il tuo succo di cipolla e miele fatto in casa è pronto per essere utilizzato.

Ecco in che modo:

Massaggia le zone colpite da alopecia e quelle in cui i capelli sono più radi, con questa miscela. Copri il capo con una cuffia per doccia e lasciare agire per tutta la notte. Al mattino lavare e risciacquare bene i capelli.

Secondo lo studio citato in precedenza, questo trattamento senza l’aggiunta del miele, effettuato 2 volte al giorno per 8 settimane, garantisce l’infoltimento dei capelli nelle zone colpite da alopecia nella maggiorparte dei soggetti già dalla quarta settimana. Per rendere i capelli più luminosi e corposi un paio di volte a settimana è consigliabile arricchire la miscela aggiungendo il miele.

Se hai trovato utile questo articolo condividilo con i tuoi amici!