La calendula è  una piantina che può essere coltivata a scopo ornamentale, alimentare (i petali dei fiori sono ottimi in insalata) ma anche e soprattutto per le sue proprietà curative.

Il suo curioso nome calendula , viene dalla parola latina calendae, che indicava il primo giorno del mese; probabilmente associato al fatto che i suoi piccoli fiori gialli iniziano a sbocciare in primavera e continua a fiorire praticamente per tutto l’anno.

Quando ti capita di essere punto da una zanzara o di subire una piccola scottatura della pelle, la calendula è un potente alleato naturale. La specie che si utilizza a scopo curativo  è la calendula officinalis.

Fiori di Calendula  – Fonte: tipdisease.com share

Sin dall’antichità sono infatti note le numerose virtù curative di questa pianta, ampiamente impiegata in erboristeria per preparare pomate e creme, decotti e tisane, che trovano indicazione  per il trattamento di parecchi disturbi.  In omeopatia i principi attivi della calendula vengono sfruttati sottoforma di granuli, tintura madre, gocce e pomate. 

Le sostanze contenute nella  calendula  come la   vitamina C, i flavonoidi, gli antiossidanti (soprattutto il  beta-carotene ) e ben 15 amminoacidi, gli conferiscono proprietà antinfiammatorie, antivirali, antibatteriche, antismasmotiche e cicatrizzanti.

8 INDICAZIONI CURATIVE DELLA CALENDULA E COME USARLA

Punture d’insetto

Quando le zanzare imperversano la calendula può essere un vero toccasana. Usa un balsamo realizzato con il suo estratto e non solo il prurito scomparirà più velocemente, ma la puntura guarirà anche in minor tempo.

Loading...

Ulcere e lesioni cutanee

Un altro uso topico di pomate e gel realizzati con la calendula è previsto per il trattamento di ferite ulcerose ma soprattutto delle emorroidi . In modo del tutto naturale la calendula è in grado di lenire i fastidi legati a questa fastidiosa condizione.

Fonte: whisperingearth

Acne

Un ulteriore utilizzo topico della calendula è contro l’ acne e altri problemi della pelle, come l’ eczema . Secondo la Chestnut School of Herbal Medicinela calendula riduce l’infiammazione dell’acne, accelerandone la guarigione.

Leggi anche: Vene varicose  – rimedi e consigli per contrastarle

Infezioni locali

Se hai un piccolo  taglio che si è infettato, applica lungo la sua superficie un unguento a base di calendula, che aiuterà la ferita a cicatrizzarsi più in fretta. Ciò accade, secondo i ricercatori del Medical Center dell’Università del Maryland, poichè aumenta l’afflusso di sangue ai tessuti danneggiati.

Dermatiti

La calendula, di nuovo stando a quanto affermato dal Medical Center dell’Università del Maryland , serve a curare anche un’ampia gamma di diverse tipologie di dermatiti, ed offre sollievo anche a chi si deve sottoporre a chemioterapia  riducendo l’infiammazione dei tessuti.

Fonte: orasamazingherbal.com share

LINFONODI GONFI

Può capitare che i linfonodi del nostro corpo si gonfino per via della presenza di infezioni . Applicare la calendula sulla parte interessata serve a ridurre il gonfiore ; inoltre, se ingerita, rafforza anche il sistema immunitario.

MAL DI GOLA

L’ infuso di calendula è un efficace rimedio contro il mal di gola ed anche nel caso in cui si abbiano le gengive infiammate e sanguinanti.

GRAFFI, CONTUSIONI, BRUCIATURE

La pomata di calendula riesce ad accelerare il processo di guarigione di ogni tipo di lesione della pelle, dalle bruciature, ai graffi superficiali, fino a contusioni gravi.

Visto quante proprietà curative può avere questa semplice erba medica? Come per ogni altro rimedio erboristico, ti ricordiamo chenaturale non è sinonimo di innocuo. Prima di usare la calendula chiedi comunque consiglio al tuo medico, ed in ogni caso non eccedere mai nel suo utilizzo. 

Provala però anche in cucina o per realizzare efficaci prodotti cosmetici per la cura della bellezza.