Quando subiamo una distorsione, una contusione, un trauma agli arti , il primo rimedio immediato che adottiamo consiste nel metterci sopra una borsa con del ghiaccio dentro. In altri casi però ovviamo con un una bella borsa piena di acqua calda

Magari lì per lì troviamo giovamento, ma forse stiamo sbagliando tutto, perché queste due terapie non sono indicate nelle stesse situazioni, e magari invece di migliorare il nostro stato di salute rischiamo di peggiorarlo.

Però a mici e parenti sono sempre pronti a dare buoni consigli : se ci facciamo male c’è chi corre a svuotare il congelatore e chi invece ti suggerisce di tenere la parte lesionata al caldo. A chi dobbiamo dare retta?

Fonte: www.picsolution.com share

Diciamo che in linea di massima è sempre opportuno sentire il parere di un esperto, di un medico che indichi la terapia più opportuna. Se il danno però non è tanto grave e non ti sembra il caso di andare dal dottore puoi regolarti nel modo che ti spiegheremo. Ecco quando adottare la terapia del caldo e quando invece quella del freddo.

TERAPIA DEL CALDO

Fonte: www.picsolution.com share

Un bell’impacco caldo è utile quando il dolore ti sovviene senza che tu abbia fatto nessuno sforzo particolare. Senti i muscoli rigidi e indolenziti e allora è il caso di tenerli bene al caldo, con una borsa di acqua calda o bende di lana. Anche alcune pomate che si trovano in commercio servono ad emanare calore.

Il caldo aiuta a sciogliere l’irrigidimento e a lenire il dolore e permette di sentirsi meglio in pochi minuti.

Se però si subisce uno stiramento muscolare e la parte sembra già calda al tatto, è meglio non usare la terapia del calore che potrebbe, al contrario, aggravare i sintomi .

TERAPIA DEL FREDDO

Fonte: www.italiaatavola.net share

Il ghiaccio e i rimedi freddi si usano nel caso di contusioni, di colpi subiti o dati che lasciano la parte arrossata, spesso ferita e gonfia. Tutti i traumi traggono giovamento dal freddo perchè esso riesce a diminuire il gonfiore e di conseguenza il dolore.

Il freddo infatti causa la vasocostrizione, ovvero la riduzione del flusso del sangue nella zona colpita, aiutandone la guarigione. Inoltre il freddo anestetizza la parte e quindi consente di evitare l’assunzione di analgesici per il dolore.

La terapia del freddo non va usata per alleviare i muscoli affaticati dopo uno sforzo prolungato perché il brusco cambio di temperatura sarebbe dannoso. 

In conclusione possiamo dire che il caldo è utile nel caso di dolori muscolari e invece il freddo nel caso di lesioni, contusioni e altri danni di tipo meccanico.

Ora non prestare più ascolto a nessuno: sai come ti devi comportare!