Le patate sono un alimento amato da tutti, grandi e piccoli. Versatili in cucina in quanto si prestano a vari metodi di cottura restando appetibili e gustose in ogni caso e soprattutto economiche e facili da reperibili in qualsiasi supermercato o frutteria.

Cosa sono le patate?

 Le patate sono dei tuberi che nascono da una pianta erbacea nota come Solanum Tuberosum L. ed appartenente alla famiglia delle Solanaceae. Questa pianta è originaria del paesi del Sud America e dalla fine del 1500 è stata esportata in Europa.

In commercio ne esistono diverse varietà, ognuna delle quali si presta alla preparazione di diverse ricette, in base alla consistenza e alla resa della polpa

  • a pasta gialla - la polpa compatta deve il suo colore alla presenza di caroteni. Vengono impiegate per cucinare le patatine fritte, le patate in insalata ed al forno;
  • a pasta bianca - la polpa farinosa si disfa facilmente durante la cottura. Sono ottime schiacciate per fare il purè, le crocchette o gli gnocchi;
  • novelle riconoscibili dalla buccia, queste patate vengono raccolte quando la maturazione non è ancora completa e devono essere cotte con la buccia;
  • a buccia rossa e pasta gialla - caratterizzate da una polpa soda che le rende indicate per cotture come il cartoccio, il forno e la frittura.

Cosa contengono?

Al loro interno ci sono molti elementi nutritivi che aiutano il nostro corpo a mantenersi sano

  • acido folico
  • carotene
  • cromo
  • ferro
  • magnesio
  • proteine
  • rame
  • vitamina B1
  • vitamina B2
  • vitamina B6
  • vitamina PP
  • vitamina C

Hanno, inoltre, un buon apporto energetico.

Quali sono i benefici?

Oltre ad essere buonissime, le patate favoriscono la pulizia dell'intestino e sono un alimento perfetto per chi soffre di gastrite , colite o ulcera . Nella cosmesi le fette di patate vengono utilizzate per alleviare il rossore ed il prurito che colpiscono la pelle.

Possiedono numerose proprietà che aumentano nel caso in cui si consumi il succo di patata: 

  • energetiche
  • protettive sulle mucose gastriche
  • diuretiche
  • emollienti

La patata ed il mal di testa

Tra i numerosi benefici che è possibile trarre dal consumo di patate, uno sicuramente interessa molti di noi: la capacità di ridurre il mal di testa. 

Quante volte capita di tornare a casa dal lavoro con un terribile mal di testa a causa della tensione accumulata durante il giorno e per la troppa stanchezza? 

Seguite attentamente questo procedimento per capire nel dettaglio come procedere:


  • pulite 2 patate grosse con un panno pulito, ma senza lavarle con acqua
  • sbucciatele e tagliatele a fettine di circa 1/2 centimetro di spessore.
  • create del buio in camera (al massimo qualche candela profumata) e sdraietevi sul letto, cercando di rilassare i muscoli di tutto il corpo
  • appoggiate le fette di patata sulla fronte, sulle tempie e sugli occhi
  • fissate le fette con una fascia elastica (in alternativa usate un foulard o una cuffietta da piscina)
  • lasciate agire per 30 minuti

In questo modo le patate avranno il tempo di assorbire il calore che avete accumulato e percepirete che il fastidio gradualmente se ne andrà. I vostri occhi saranno più leggeri e la vostra testa non sarà più dolente e pesante.

Controindicazioni

Non possono essere mangiate crude perché causano dolori alla testa e febbre in quanto contengono solanina, cioè un veleno naturale che si trova anche nelle melanzane. La cottura, quindi, riduce del 50% la solanina presente nelle patate. A tal proposito è utile conservarle in luoghi non illuminati ed eliminare periodicamente i germogli.