La parola  “antibiotico” viene dal greco antico e vuol dire, letteralmente, “ che impedisce la vita ”. Si tratta di sostanze in grado di frenare la proliferazione di batteri nel nostro organismo, e quindi l’insorgere di certe malattie.

Quando parliamo di antibiotici la prima cosa a cui pensiamo sono i farmaci che spesso e volentieri ci vengono prescritti quando prendiamo qualche infezione; da qualche tempo a questa parte, però si è diffusa la consapevolezza che un uso eccessivo di antibiotici possa danneggiare, più che favorire, i processi naturali del nostro organismo.

Può accadere, infatti, che i batteri riescano in qualche modo ad immunizzarsi contro tali sostanze , che finiscono per diventare inefficaci e addirittura per rendere più fragile il nostro corpo.

Dobbiamo dunque arrenderci all’assalto dei batteri? Niente affatto: la soluzione è usare degli antibiotici naturali . Infatti esistono tantissime sostanze non sintetizzate in laboratorio, ma esistenti in natura, che forniscono lo stesso affetto degli antibiotici farmacologici. Ti piacerebbe sapere quali sono? Eccole!

LO ZENZERO

Lo  zenzero  può essere consumato in tanti modi diversi. Si tratta di una radice che, trasformata in polvere,  serve per realizzare ottime tisane, o insaporire gli alimenti . Lo zenzero ha tantissime virtù, oltre a quelle antibiotiche,  come puoi leggere più nel dettaglio in questo approfondito articolo.

Fonte: www.clarifiedhealth.com share

IL MIELE

Le api sono davvero creature straordinarie: ci offrono tantissimi prodotti buoni e salutari, ad esempio la propoli. Nel miele, che è il dolcificante naturale che bisognerebbe sempre usare al posto dello zucchero, ci sono molti polifenoli che riescono a combattere gli attacchi batterici su più livelli.