Il fegato è  organo dal colore  rosso scuro localizzato nella parte superiore destra dell'addome. 

Esso svolge importantissime  funzioni per la nostra salute, molte più di quante tutti noi riusciamo ad immaginare: addirittura ne sono state individuate oltre 500. Purtroppo è stato dimostrato che ignorando i complessi meccanismi di quest’organo, si tendono a trascurare le strategie adatte per prendersene cura, ed è principalmente per questo motivo che si ritiene necessario un approfondimento in tal senso.

Quali funzioni svolge il fegato?

Senza avvalersi di trattati di fisiologia, in sintesi il fegato svolge le seguenti funzioni:

  • È  responsabile della sintesi del colesterolo, sostanza spesso considerata ’cattiva’, ma che se prodotta nelle giuste quantità da un fegato sano, è indispensabile alla vita delle cellule.
  • Produce la bile, utile ad emulsionare i grassi affinchè possano essere assorbiti dall’intestino.
  • Permette la sintesi del glucosio attraverso il processo di glucogenesi , garantendo alle cellule energia e nutrimento.
  • Produce i fattori della coagulazione quali la trombina e il fibrinogeno
  • Rappresenta un organo di deposito per la vitamina B12, il ferro e il rame, al quale attingere in caso di ’emergenza’
  • È  responsabile della sintesi dei trigliceridi  
  • Distrugge le sostanze tossiche e che non servono più poichè sostituite da sostanze più attive durante i processi metabolici, ad esempio l’ emoglobina e l’ammoniaca che viene trasforata in urea, più tollerabile per l’organismo. Questa funzione di cattura ed eliminazione delle sostanze tossiche viene sfruttata anche farmacologicamente, per permettere all’organismo l’assorbimento dei principi attivi.

Cos’è il fegato Infiammato?

Il fegato può andare incontro ad uno stato infiammatorio   per diverse cause come epatite (un'infezione virale di tipo A o B), abuso continuativo di alcool (epatite alcolica), ingestione di sostanze chimiche o tossine, o infezioni batteriche, ad esempio la mononucleosi, un regime alimentare ricco di grassi o un accumulo eccessivo di ferro ( emocromatosi ).

 A seguito del processo infiammatorio, il fegato può aumentare di dimensioni e apparire ingrossato – epatomegalia – condizione che mette a rischio lo svolgimento delle sue funzioni primarie. L’epatomegalia tuttavia può essere primaria ossia legata direttamente a patologie che riguardano il fegato stesso, ad esempio malattie biliari o tumori

Come eliminare l’infiammazione al fegato?

L’infiammazione al fegato può essere trattata farmacologicamente un volta individuata la causa che l’ha determinata. In presenza di alcuni sintomi quali malessere generalizzato, colorazione giallastra della cute o delle sclere degli occhi (la parte bianca per intenderci), senso di pesantezza e difficoltà digestive è opportuno consultarsi con un medico. 

Tuttavia potrai avvalerti di  13 soluzioni naturali da associare ad una eventuale terapia medica,   al fine di accelerare il processo di guarigione e garantirne il corretto funzionmento.

1. Tè al cardo

Questa è un'infusione preparata con ingredienti che combattono l'infiammazione e favoriscono il buon funzionamento del tuo fegato.

Ingredienti:

  • 1 cucchiaio di tintura di cardo mariano (10 ml)
  • 40 gocce di tintura di mirto
  • 1 tazza di acqua (250 ml)

Procedimento: mescola tutti e tre gli ingredienti poco alla volta. Bevi un quarto di tazza quattro volte al giorno.

2. Dente di leone

 È un depurativo naturale che aiuta a modulare la sintesi del colesterolo mantenendolo a livelli accettabili.

3. Boldo

È una pianta medicinale sudamericana che contiene alcaloidi. I suoi componenti aiutano il funzionamento della colecisti e di conseguenza, favoriscono in modo naturale la depurazione del fegato..

4. Tè verde

Gli antiossidanti del tè verde stimolano la rigenerazione degli epatociti, le cellule del fegato. Inoltre, combatte anche l'accumulo di grasso in questo organo (steatosi epatica)  grazie ad una sostanza chiamata gallato di epigallocatechina.

5. Tamarindo

È un ottimo depurativo naturale che aiuta a ridurre l'infiammazione del fegato favorendo la cattura e l’eliminazione delle tossine.

6. Papaya

Macina i semi di papaia  per ottenerne tutto il succo e poi gettali. Questa bevanda sarà ottima come succo depurativo per il fegato.

Ti consiglio, inoltre, di consumare il succo di questo frutto con qualche goccia di limone. La papaia aiuta anche a migliorare notevolmente la digestione.

7. Carciofo

Aumenta la secrezione della bile, migliorando la digestione e contribuendo al trattamento dell’infiammzione. Aiuta anche a eliminare le tossine. Può essere consumato al forno, bollito o in succo.

8. Limone

Questo agrume aiuta la digestione e dona buone quantità di antiossidanti al tuo organismo. Approfitta dei suoi benefici per favorire la buona funzionalità del tuo fegato infiammato, consumandolo quotidianamente.

Ingredienti:

  • 1 bicchiere d'acqua (200 ml)
  • succo di 1 limone

Procedimento: aggiungei il succo di un limone ad un bicchiere d'acqua a temperatura ambiente e consumalo a stomaco vuoto.

9. Pera

Il consumo di questo frutto contribuisce a favorire la corretta digestione poiché contiene pectina. La pera, inoltre, agevola la secrezione dei succhi gastrici rendendo i cibi più digeribili e meno pesanti per il fegato.

10. Pompelmo

Questo tipo di agrume contiene elevate quantità di antiossidanti che aiutano a pulire il fegato. Può essere consumato in infusi a base di salvia, per esempio.

11. Salvia

Il consumo di salvia sotto forma di infuso contribuisce all'eliminazione degli acidi grassi che potrebbero accumularsi nel fegato.

12. Liquirizia

Essa rafforza e protegge le cellule del fegato. Possiede anche notevoli proprietà antinfiammatorie e antivirali che consentono di prevenire le conseguenze in caso di epatite.

La liquirizia può essere consumata sotto forma di infusione per eliminare l’infiammazione del fegato.

Ingredienti:

  • 2 tazze di acqua (500 ml)
  • 2 cucchiai di liquirizia (20 g)
  • 1 manciata di anice stellato
  • 1 cucchiaio da tavola di boldo (10 g)
  • miele (facoltativo)

Procedimento: fai bollire mezzo litro d'acqua ed aggiungi liquirizia ed anice stellato. Lascia in infusione per 5 minuti. Quindi, abbassa la fiamma ed aggiungi le foglie di boldo. Copri e lasciare riposare per altri 5 minuti.

Per dare ancora più sapore, addolcisci la tisana con del miele. Questa infusione può essere assunta dopo i pasti.

13. Tè allo zenzero

Questo tè è un efficace tonico per il fegato, lo depura da grassi e tossine ed è altamente raccomandato in caso di steatosi epatica.

Dobbiamo sempre ricordare che i rimedi naturali sono un modo eccellente per aiutare il tuo corpo nel recupero delle malattie. Tuttavia, non sostituiscono le cure mediche.