Durante l’Inverno è quasi inevitabile contrarre banali infezioni alle vie respiratorie . Questa condizione è favorita non solo dalla diminuzione della temperatura esterna, ma soprattutto dalla facilità con la quale virus e batteri possono essere trasmessi da un individuo all’altro, dal momento che si frequentano maggiormente luoghi chiusi e scarsamente areati.

Difficilmente un raffreddore o qualche colpo di tosse destano preoccupazione, tuttavia qualora questa sintomatologia persista ed è associata a febbre, difficoltà respiratoria, astenia o dolore toracico è opportuno rivolgersi al proprio medico di famiglia.

Uno dei sintomi più fastidiosi e che spesso ci impedisce di dormire bene è proprio la tosse .

La tosse può essere distinta in due tipologie: tosse secca quando cioè non vi è presenza di espettorato e quindi di muco, e tosse grassa o produttiva quando invece la tosse è accompagnata dalla presenza di muco.

In entrambi i casi per poterla ridurre, molti ricorrono all’utilizzo di farmaci sedativi della tosse o che favoriscono l’espettorazione del muco,  ma la maggiorparte di loro, come ben sappiamo, non sono del tutto privi di effetti indesiderati e nel caso di disturbi minori è sempre preferibile l’utilizzo di ingredienti naturali.

Di seguito 4 tra i migliori rimedi casalinghi per ridurre la tosse:

Miele

Il miele merita il primo posto tra i rimedi naturali per il trattamento della tosse. Lo usavano già le nostre nonne e questa ’usanza’ si tramanda di madre in figlio con ottimi risultati.  

Questo prezioso prodotto naturale ha numerose virtù che vengono sfruttate non solo per il benessere dell’organismo, ma anche per la preparazione di cosmetici per la cura della pelle e dei capelli.

Il miele è un ottimo espettorante e antibatterico naturale e grazie alla sua elevata viscosità è in grado di ’attaccarsi’ alle mucose della gola agendo sull’irritazione immediatamente, donando un rapido sollievo.

Può essere diluito in una tazza di latte caldo o mescolato con erbe e spezie per la preparazione di una vasta varietà di tisane.

Il momento migliore per assumerlo è la sera prima di andare a dormire.

Miele e curcuma

Prendi un rizoma di curcuma schiaccialo bene e mescola con una quantità equivalente di miele, meglio se di provenienza biologica. Puoi usare questo rimedio anche 3-4 volte al giorno. Essendo indicato anche per i bambini, se hanno meno di 3 anni ti consiglio di utilizzare il succo di rizoma, in quanto potrebbero non gradire il gusto pungente della curcuma.

Per loro la somministrazione è preferibile la sera prima di andare a dormire.

E’ comunque sempre buona norma chiedere il parere del pediatra.

cdn.shopify.com share

Tè alla radice di liquirizia

La radice di liquirizia ha interessanti proprietà fitoterapiche e viene spesso impiegata per il trattamento delle irritazioni della gola. Esercita inoltre un’azione intinfiammatoria sulle mucose che a seguito della tosse persistente possono apparire arrossate e dolenti.

Puoi usare la radice di liquirizia anche come espettorante in caso di tosse grassa per alleviare la congestione al petto.  

L’utilizzo di questo rimedio è sconsigliato nei soggetti ipertesi, in coloro che assumono farmaci steroidei e in caso di patologie renali.

Come preparare il tè alla radice di liquirizia

Mescola in una tazza d’acqua bollente 2 cucchiai di polvere di radice di liquirizia essiccata. Lascia riposare per 15 minuti prima di berla. Se ne consigliano due assunzioni giornaliere.

Acqua di Zenzero

Lo zenzero è uno dei rimedi casalinghi più popolari per il trattamento sedativo della tosse.

Schiaccia un rizoma di zenzero fresco e mettilo in un pentolino nel quale avrai versato una tazza d’acqua. Porta ad ebollizione per qualche minuto. Lascia raffreddare e bevi l’acqua 3 – 4 volte al giorno.

Per aumentarne l’efficacia puoi aggiungere un cucchiaino di miele e del succo di limone.

Se hai trovato utili questi consigli, conividili con i tuoi amici!