L’allume di rocca (o di potassio) è noto per le sue proprietà antitraspiranti e per questo è largamente usato nella preparazione di deodoranti. Vi sono tuttavia discussioni in merito agli eventuali danni che potrebbe causare alla salute. C’è chi infatti lo usa con soddisfazione e chi invece, intimorito, se ne tiene alla larga. Cerchiamo di fare chiarezza ed analizzare ogni aspetto dell’allume di rocca, capendo cos’è, qual’è il suo uso e quali le sue controindicazioni.

Cos’è

L’allume di rocca (o di potassio) è un sale composto con potassio ed alluminio. La sua formula chimica è KAl(SO4)2 · 12H2O ed è proprio questa la sigla che compare  sulle confezioni di deodoranti nei quali vi è contenuto allume di rocca. Si presenta come unapietra, incolore ed inodore ed ha proprietà astringenti, emostatiche, deodoranti e per questo motivo largamente usato nei casi diiperidrosi, ma consigliato anche come deodorante naturale.

Oltre all’uso cosmetico, l’allume di rocca ha anche un uso industriale, viene utilizzato infatti in campo tessile per fissare i colori.

Come si usa

L’allume di rocca abbiamo detto che si presenta sottoforma di pietra. Per utilizzarlo occorre inumidirlo, quindi passarlo sui punti desiderati o comunque soggetti a maggiore sudorazione. Al termine dell’applicazione l’allume di rocca deve essere lasciato asciugare per poterlo così utilizzare nuovamente all’applicazione successiva. Oltre a regolare la sudorazione, l’allume di rocca (o potassio) ha anche buone proprietà antibatteriche, è capace infatti di creare un ambiente inospitale alla proliferazione  di batteri. In questo modo combatte anche la formazione di cattivi odori. L’allume di rocca essendo inodore e privo di agenti irritanti come possono essere l’alcool o gas, è adatto  alle pelli sensibili soggette ad irritazione o a chi presenta allergie ai profumi.

L’allume di rocca viene utilizzato con ottimi risultati anche per la cicatrizzazione di piccoli tagli o ferite, per lenire il prurito provocato da punture d’insetto, per velocizzare la guarigione di herpes labiale e dare sollievo alle mucose infiammate e al fastidio generato dalla presenza delle emorroidi .

Controindicazioni

È proprio l’azione antitraspirante a creare dubbi e perplessità su chi non vede di buon occhio l’uso dell’allume di rocca. Questo perché il suo utilizzo dopo la depilazione, su una zona ove possono essere presenti piccole abrasioni, potrebbe far si che il sale di alluminio (di cui si compone l’allume di rocca) penetri all’interno dell’organismo, arrivando fino alle ghiandole mammarie o comunque andare a modificare la struttura del DNA. Benché non vi sia prova scientifica che avvalori la tossicità per l’organismo dell’allume di rocca, quello che maggiormente preoccupa è l’azione antitraspirante che blocca la sudorazione impedendo una corretta idratazione della pelle. È consigliabile pertanto non eccedere nell’uso dell’allume di rocca, ovvero sarebbe meglio non usarlo tutti i giorni, ed in ogni caso ascoltare il parere del medico nel caso in cui si stia seguendo una cura farmacologica particolare.

Loading...