Anti infiammatorio naturale: ti presento “l’Artiglio del Diavolo”

La Natura si dimostra sempre amica e complice dell’uomo: ci regala aria pulita, paesaggi suggestivi, sole ed erbe. Sì, avete capito bene: erbe! Una in particolare è molto nota per essere tra i più importanti ed efficaci anti-infiammatori naturali ed è conosciuta col nome di Artiglio del Diavolo.

1 d8f87

Ma di cosa si tratta esattamente? Dunque, l’Artiglio del Diavolo è una pianta erbacea tipica dell’Africa meridionale e, più precisamente, delle zone desertiche e della savana. Questa pianta è caratterizzata da fiori di colore violaceo, ma la cosa che più la contraddistingue sono i suoi frutti che si presentano con una forma ad uncino (simili a piccoli artigli) coi quali si difende e proprio da questa caratteristica è nato il suo nome. La parte che viene però utilizzata come medicinale sono le radici secondarie in cui si raccolgono tutti i principi attivi della pianta.

5 23795  

Il suo impiego risale a tempi antichi quando le popolazioni africane la usavano per guarire le ferite, i dolori alle articolazioni, la febbre ed i problemi gastrointestinali. La sua comparsa in Europa si ha solo all’inizio del 1900 e veniva usata come amaro, per favorire la digestione. Solo più tardi furono scoperte le sue importanti proprietà:

  • ha una funzione analgesica perché affievolisce la percezione del dolore
  • ha una funzione anti-infiamatoria perché toglie l’infiammazione dalla parte dolente
  • ha una funzione antipiretica perché abbassa la febbre

Ma per cosa viene impiegato l’Artiglio del diavolo? Per moltissime situazioni “fastidiose” come la cervicale, le tendiniti, la sciatica e l’artrosi… per capirci, viene impiegata nel caso di dolori reumatici. Eppure non è finita qui perché è stata scoperta la sua utilità anche nel caso di dolori mestruali, per la gioia delle tante donne che ne soffrono.

2 b3980

Loading...

L’Artiglio del Diavolo è reperibile i farmacia ed erboristeria sottoforma di crema o gel, tintura madre o compresse. E’ vivamente sconsigliato l’utilizzo di questa pianta a persone che soffrono di disturbi come gastrite ed ulcere, se state assumendo già altri anti-infiammatori, ai diabetici,alle donne in gravidanza o che allattano.

3 6d965   6 ccff0   7 66265

Per una corretta assunzione, soprattutto nel caso di tintura madre e compresse, è sempre consigliato rivolgersi ad un esperto proprio come per i normali farmaci.

La natura anche questa volta ha dimostrato di amarci… non dimentichiamocene, ringraziamola e dimostriamole altrettanto amore!

Torna su