Menù

Arnica: la pianta dalle virtù antiflogistiche e analgesiche specifica per i dolori ossei e articolari

Condivisioni
Leggi con attenzione

Le contusioni sono lesioni fisiche che si verificano a causa di un colpo, una caduta o un forte impatto sulla pelle, senza generare ferite aperte.

Il loro sintomo principale è il dolore localizzato, che sia di lieve o di grave intensità, ma può anche essere accompagnato anche da infiammazione e brividi.

Anche se non sono patologie gravi e scompaiono con facilità, è bene esaminare le contusioni con cura poiché talvolta possono causare danni a muscoli, tendini ed alcuni organi interni. Onde evitare questi fastidi, puoi prendere in considerazione alcuni rimedi di origine naturale che aiutano ad accelerare la guarigione delle contusioni.

Tra queste soluzioni puoi trovare una crema terapeutica a base di arnica. Cos’è? Come si usa? Perché fa bene? Inizierò dal principio…

L’arnica è una pianta nota per i suoi fiori gialli che, per le sue proprietà, sono spesso utilizzati nella medicina per il benessere. 

Essa, infatti, è uno degli ingredienti principali di creme ed unguenti. Viene usata esternamente nel trattamento di vari disturbi cutanei quali ematomi, stiramenti, contusioni, edemi, punture d’insetti, brufoli, acne, eczemi, lievi infiammazioni cutanee ed altre problematiche legate ad operazioni chirurgiche.

La sua rilevanza è dovuta alle sue proprietà tra cui spiccano quella antireumaticaantiinfiammatoria, antimicrobica, antinevralgicaantitraumatica ed analgesica.

L’arnica è un prodotto naturale che contiene elevate quantità di vitamine, minerali e sostanze antiossidanti che le conferiscono le proprietà di cui ti ho parlato sopra. 

Questo fa sì che l’arnica doni molti benefici al tuo corpo:

  • migliora il processo di guarigione delle ferite superficiali;
  • riduce l’infiammazione di tessuti e muscoli;
  • favorisce la circolazione del sangue, riducendo i lividi e il dolore dovuti alle contusioni;
  • diminuisce il dolore dopo una caduta o un trauma tramite le sue proprietà analgesiche;
  • protegge la pelle dagli agenti patogeni che causano infezioni grazie alla sua forte proprietà antibiotica;
  • riduce la rigidità muscolare e i crampi

Anche se gli estratti della pianta arnica vengono utilizzati dall’industria farmaceutica per la produzione di creme e trattamenti topici, questa pianta può anche essere utilizzata nel suo stato naturale per produrre un unguento domestico privo di sostanze chimiche.

Questa soluzione, inoltre, è molto più economica rispetto ai prodotti convenzionali e gli ingredienti che lo compongono possono essere facilmente acquisiti in qualunque erboristeria

Leggi anche  5 rimedi naturali per il Diabete di Tipo 2

Vediamo insieme come preparare questa crema fai-da-te completamente naturale per alleviare le contusioni (e non solo!)…

Questi sono gli ingredienti necessari:

Loading...
  • ½ tazza di olio di mandorle dolci 
  • ½ tazza di fiori arnica essiccati
  • 2 cucchiai di cera d’api 
  • ¼ tazza di burro di karitè
  • ¼ di tazza di acqua distillata  
  • ¼ di cucchiaino di borace (o tetraborato di sodio)

Ecco gli utensili da usare:

  • contenitore resistente al calore
  • mestolo di legno
  • bottiglia di vetro con tappo
  • battitore manuale

Adesso segui questo procedimento passo dopo passo:

  • versa l’olio di mandorle dolci in un contenitore e scaldalo a bagnomaria
  • aggiungi i fiori di arnica, mescola con un cucchiaio di legno ed abbassa il fuoco per cuocere il tutto per 15 minuti
  • lascia riposare il prodotto e poi filtra con un panno o un colino
  • aggiungi la cera d’api ed il burro di karité, riscaldandoli a bassa temperatura
  • unisci la borace all’acqua, scaldando il tutto in un altro contenitore
  • quando entrambi i composti sono sufficientemente caldi, uniscili e mescola bene fino ad ottenere una consistenza cremosa
  • fai raffreddare la miscela a temperatura ambiente

Puoi conservare il composto in un luogo asciutto e buio all’interno di un vaso di vetro con un coperchio ermetico per 3–6 mesi.

Il metodo di applicazione consiste nel prendere la quantità necessaria dal barattolo ed applicarla sulla zona contusa, massaggiando dolcemente per lenire il dolore.

Controindicazioni

Questo trattamento non deve essere applicato a ferite aperte, in quanto alcuni componenti possono risultare aggressivi. Anche se serve per calmare il dolore e ridurre le contusioni, è sempre bene consultare il medico per verificare che la ferita non sia grave.

Questa soluzione è molto economica rispetto ai prodotti convenzionali e gli ingredienti che lo compongono possono essere facilmente acquisiti in qualunque erboristeria in quanto totalmente naturali. 

Loading...
loading...
Advertisement
Top