Menù

Emorroidi: Rimedi Naturali per ridurre i sintomi

Shares
Rimedi naturali per le emorroidi
Read Carefully

Soffrire di emorroidi è una condizione abbastanza comune e per affrontare il dolore e il prurito durante fase acuta, puoi ricorrere ai rimedi naturali

Cosa sono le emorroidi?

Le emorroidi non sono altro che una dilatazione delle vene emorroidali riconducibile a diversi fattori.  Tali rigonfiamenti venosi portano alla formazione delle emorroidi interne, quando si manifestano all’interno dell’ano o del retto, e delle emorroidi esterne, qualora fuoriescano dall’ano (prolasso)

Queste ultime sono le più comuni e quelle che danno più fastidi. Le emorroidi esterne in alcuni casi sono molto dolorose, tanto che persino sedersi diventa complicato, causano un forte prurito e possono sanguinare.

Non si sa ancora di preciso perchè vengono le emorroidi , ma le cause più plausibili sono riconducibili a:

  • stitichezza
  • episodi diarroici
  • famigliarità
  • gravidanza
  • sforzi fisici
  • stile di vita

Per il trattamento delle emorroidi generalmente si usano creme e unguenti da applicare intorno all’ano e all’interno del canale rettale tramite di un beccuccio erogatore.

In presenza di emorroidi è importante consumare alimenti che favoriscono l’espulsione delle feci, ammorbidendole, allo scopo di evitare sforzi durante la defecazione e sanguinamenti.

Emorroidi rimedi naturali

Olio di Noce moscata

La noce moscata ha proprietà antinfiammatorie ed antidolorifiche che possono essere sfruttate per alleviare i sintomi delle emorroidi. Tali virtù le vengono conferite dalla presenza di eugenolo. Aggiungi qualche goccia di olio di noce moscata ad un olio per massaggi o ad una crema e applica la soluzione localmente due volte al giorno.

Semicupio con acqua tiepida

Tra i rimedi naturali per le emorroidi, il semicupio è quello più immediato. Lavare la zona interessata dalle emorroidi con acqua tiepida o fare un semicupio riempiendo il bidet di acqua tiepida, determina un rilassamento dei muscoli perianali e migliora la circolazione, con conseguente sollievo immediato dal dolore.

Spicchi d’aglio

A differenza di quanto potresti pensare, questo metodo non brucia ma rende insensibile l’area in questione, ‘anestetizzandola’ Prendi alcuni spicchi d’aglio, macinali e mischiali a olio d’oliva o di cocco nel frullatore. Applica il composto localmente.

Amamelide

Diverse persone hanno usato questo metodo con successo. Applica l’amamelide direttamente sulle emorroidi con del cotone o un panno morbido. Ripeti il trattamento tre volte al giorno e avrai presto sollievo. Continua ad applicarla poi una volta al giorno.

Aloe vera

L’aloe vera ha proprietà curative e lenitive e risulta efficace anche per il trattamento dei fastidi causati dalle emorroidi. Applica l’aloe vera sottoforma di gel o una crema all’aloe, ne trarrai beneficio immediato.

Limone

Tutto ciò che ti serve sono 5 cucchiai di succo di limone in mezzo bicchiere di acqua fredda, poi versa su un po’ di cotone e mettilo sulla parte interessata per 5 minuti in modo da ridurre il gonfiore.

Alimentazione ricca di fibre

È uno dei metodi tradizionali per curare le emorroidi. Consuma frutta e verdura fresca e cruda e cereali integrali perché sono ricchi di fibre che ammorbidiscono le feci. Aumenta il consumo di questi alimenti per gradi in modo da evitare diarrea e la sindrome dell’intestino irritabile. 

10. Biancheria intima pulita

Ricordati di cambiare spesso la biancheria intima, in particolare se le emorroidi tendono a sanguinare o soffri di incontinenza. Per evitare il prurito all’ano causato dalle emorroidi, sceglila in fibre naturali.

Attività fisica

Per migliorare la digestione e prevenire la stitichezza, oltre ad un’alimentazione ricca di fibre è necessario una regolare attività fisica. Per garantire regolarità all’intestino basta anche semplicemente camminare.

Bere tanta acqua

Il corpo ha bisogno di essere idratato costantemente e in caso di emorroidi l’acqua rende le feci più morbide, facilitandone l’espulsione.

Ricorda che se soffri spesso di emorroidi è importante che ti rivolga ad uno specialista proctologo poichè può rendersi necessaria una terapia farmacologica adeguata e nei casi più seri, l’intervento chirurgico.

Loading...
Advertisement
Top