Le proprietà curative delle piante sono note fin dal tempo dei romani: per il mal di testa veniva somministrato un infuso di corteccia di salice, che oggi chiameremmo comunemente aspirina! Ancora oggi molti medicinali vengono estratti da piante, radici o fiori, come la digitale, una medicina importante per il cuore....attenzione però a non lasciarsi andare al fai da te e a fare sempre riferimento ad un buon erborista di fiducia: vi ricordo che l'oppio e i suoi successivi derivati vengono estratti dal frutto del papavero.

Può essere utile e dilettevole però sapere che comuni fiori che crescono nei nostri giardini hanno specifiche proprietà ed utilizzi per malanni e acciacchi.

ARNICA  

L'arnica è un bellissimo fiore giallo che cresce nelle nostre montagne. Pomate e unguenti di questa pianta hanno poteri antiflogistici, cioè alleviano ematomi e dolori causati da traumi e cadute. È utile anche per lievi scottature della pelle e se acquistato in grani (piccole pastiglie a base zuccherina) può essere assunto come antinfiammatorio per i dolori articolari.

Attenzione a non mangiarlo crudo perchè la sua tossicità può provocare gastriti e vomito