Menù

MELATONINA: gli effetti benefici della sostanza che regola il sonno

Condivisioni
Leggi con attenzione
Chi soffre di insonnia oltre alla ben più nota camomilla, avrà sicuramente sentito parlare della melatonina e, probabilmente, avrà iniziato ad assumerla ottenendo risultati soddisfacenti. 
Quando l’argomento è la melatonina, però molte persone non hanno le idee ben chiare per cui vediamo insieme di cosa si tratta esattamente. 

© AntonMaltsev / Shutterstock.com - 183543932

Che cos’è
È un ormone naturale secreto dalla ghiandola pineale, meglio nota come epifisi ed è importantissimo per il nostro organismo in quanto regola il ritmo sonno/veglia essendo attivamente coinvolta nei cicli circadiani, una specie di orologio (influenzato dalla presenza o dall’assenza di luce solare) su cui si basa l’attività biologica umana  
La produzione di melatonina aumenta con l’arrivo del buio: il suo potere sedativo raggiunge il picco massimo tra le 02.00 e le 04.00 per poi tornare ai livelli minimi quando la mattina ci alziamo. 
Non sempre però questo delicato meccanismo avviene così come viene descritto perché alcuni fattori come il fuso orario, la vita frenetica e lo stress possono causare una riduzione nella produzione della melatonina sconvolgendo il naturale ciclo del sonno.

Cosa fare in caso di insonnia? 
Sono spesso consigliati degli integratori naturali a base di melatonina estratta da fonti animali e vegetali che riducono il tempo in cui l’individuo prende sonno e rilassano il corpo. 

© g0d4ather / Shutterstock.com - 422429701

A cosa serve? 

Non si parla solo di problematiche legate al sonno, bensì di altri importanti benefici relativi alla melatonina
  • migliora il nostro metabolismo, controllando i valori di glicemia, colesterolo e pressione; 
  • a seguito di numerosi studi, infatti, è risultata una sostanza essenziale per contrastare l’insorgere di tumori in quanto è in grado di uccidere le cellule cancerogene; 
  • con la sua forte azione antiossidante contrasta i radicali, cioè i primi responsabili dell’invecchiamento della cute; 
  • secondo un importante studio americano, la melatonina è in grado di debellare i disturbi causati dalla emicrania a grappolo dovuto proprio alla carenza di questo elemento; 
  • anche l’invecchiamento è nemico della melatonina, difatti, la ghiandola pineale che produce questa sostanza invecchia esattamente come tutti gli altri organi e, rifornire il nostro corpo di melatonina dall’esterno, permette alla ghiandola di riposare e rallentare l’invecchiamento; si hanno maggiori effetti se si unisce ad essa anche lo zinco. 

Come si trova in commercio? 
E’ reperibile sotto varie forme: compresse, tisane o sciroppi. Fate attenzione al dosaggio al fine di ottenere il miglior risultato possibile: rivolgetevi al vostro medico e seguite attentamente le sue istruzioni. 

© <a href="http://www.shutterstock.com/gallery-2067467p1.html?cr=00&pl=edit-00" data-recalc-dims= Keith Homan / Shutterstock.com – 386341864″ data-filesize=”0″>

Ci sono particolari avvertenze? Non è ancora nota alcuna controindicazione relativa all’assunzione di melatonina in quanto, chi la assume, lo fa solo per brevi periodi. 

Avete anche voi qualche difficoltà a dormire? Provate anche voi ad assumere più melatonina, ma ricordate che è essenziale per tante altre problematiche che potrebbero colpire il nostro organismo.
Leggi anche  Mate, l'infuso preferito di Papa Francesco: scoprine benefici ed utilizzi
Loading...
loading...
Advertisement
Top