L’ emicrania è un disturbo neurologico cronico abbastanza comune che si manifesta con dolore alla testa di intensità variabile. Colpisce più frequentemente le donne rispetto agli uomini, e le cause che la determinano possono essere molteplici.

A volte il dolore è talmente intenso da limitare le attività quotidiane e addirittura spingere chi ne soffre a ritirarsi in un luogo tranquillo lontano dalla luce e dai rumori.

Olena Yakobchuk/Shutterstock share

Un attacco d’emicrania spesso viene preceduto da alcuni segni che ne annunciano la comparsa come ad esempio nausea, formicolio agli arti, flash luminosi o la comparsa di punti neri nel campo visivo.

Fino a qualche anno fa si pensava che le cause dell’emicrania fossero riconducibili alla costrizione e alla dilatazione dei vasi sanguigni cerebrali, mentre ora gli esperti sono maggiormente orientati verso cause genetiche.

Tuttavia è ormai dimostrato che esistono alcune condizioni e abitudini che ne determinano l’insorgenza e tra questi ricordiamo i cambiamenti ormonali , lo stress e l’ansia, la mancanza di sonno, un’alimentazione scorretta, il tabagismo e l’assunzione di alcuni farmaci.

E’ inoltre possibile che l’emicrania sia secondaria ad alcune patologie. Per questo motivo se gli attacchi sono frequenti è necessario rivolgersi al proprio medico di famiglia affinchè possa escluderne la presenza, avvalendosi di esami clinici e diagnostici specifici.

Se però, il mal di testa è legato alle circostanze di seguito descritte, non è il caso di preoccuparsi più del dovuto.

  1. Non bere un quantitativo d ’acqua sufficiente, disidratazione. 

Se il quantitativo d’acqua è inferiore a quello consigliato, ossia circa 2 litri al giorno, senza dubbio si va incontro ad episodi di emicrania, come dimostrato da uno studio condotto da un gruppo di ricercatori dell'Università di Maastricht nei Paesi Bassi. Il giusto apporto di acqua contribuisce a ridurre notevolmente la comparsa degli attacchi.

2. Il consumo di formaggio

Il formaggio contiene una sostanza nota come tiramina che può causare il mal di testa. Se siete particolarmente sensibili non abusatene soprattutto la sera.

Africa Studio/Shutterstock share

3. Eccessivo esercizio fisico

Molte persone per mantenersi in forma o per perdere peso velocemente, si sottopongono ad un esercizio fisico eccessivo che può causare mal di testa e cefalea. Come ogni cosa è importante usare il buon senso. Si possono ottenere gli stessi risultati con uno sforzo fisico più moderato, preferendo le camminate, il nuoto, lo yoga al bodybuilding, spinning ecc.

4. Bevande energetiche e caffè

Attenzione al caffè che se bevuto in quantità eccessive favorisce la comparsa di mal di testa e cefalea. Lo stesso vale per le bevande energetiche.

5. Profumi

L’uso del profumo generalmente è innocuo, tuttavia alcune fragranze possono essere talmente intense o particolari da causare in alcuni soggetti il mal di testa. In questo senso ricordiamo non solo le acque profumate cosmetiche, ma anche i profumi per ambienti. Anche l’odore di cipolla o di cibi fritti, può essere causa di attacchi di emicrania.

Se hai trovato utile questo articolo condividilo con i tuoi amici!