Esistono molte malattie con le quali bisogna imparare a convivere ; si tratta di condizioni patologiche per le quali non esiste una cura definitiva , ma che possono essere tenute sotto controllo per poter avere comunque un’elevata qualità della vita.

Molte di queste patologie riguardano l’ alimentazione : parliamo ad esempio di intolleranze o allergie, ma anche di malattie più gravi come il Morbo di Crohn.

Il Morbo di Crohn è un’infiammazione cronica dell’intestino ; può interessare solo tratti dell’apparato digerente o coinvolgerlo nella sua interezza. Si presenta in fasi altalenanti: a volte non dà sintomi, altre volte invece provoca grandi sofferenze , soprattutto dolori addominali, diarrea, sangue nelle feci.

Fonte: www.inran.it share

Esistono delle cure farmacologiche che vengono consigliate volta per volta dai medici gastroenterologi, ma il modo migliore per evitare che il Morbo si manifesti in tutta la sua virulenza consiste nel tenere sotto controllo l’alimentazione .

Non bisogna spaventarsi: c’è solo la necessità di essere molto scrupolosi nello scegliere cosa mangiare e in che modo farlo. Con il tempo poi diventerà solo un’altra abitudine alimentare come tante altre.

In questo articolo cercheremo di darti più ragguagli possibile circa il modo in cui dovresti alimentarti se soffri del Morbo di Crohn , o come devi nutrire un tuo caro che si sia ammalato. Ti spiegheremo come bisogna nutrirsi durante le fasi acute del male, quali cibi puoi mangiare e quali invece è meglio evitare. Alla fine ne saprai abbastanza da essere in grado di assumere il comportamento migliore; ascolta comunque sempre il parere del tuo medico.

COME ALIMENTARSI DURANTE LA FASE ACUTA DEL MORBO DI CROHN

Quando si soffre di  ripetuti attacchi di diarrea e di forti dolori intestinali , ecco come bisogna alimentarsi.

Fonte: labroots.com share

Assumere molte proteine : spesso con le feci si espelle anche del sangue ed è per questo che è importante reintegrare proteine attraverso quello che si mangia . Bisogna dunque prediligere la carne , il pesce , le uova da inserire nei tre pasti principali. Scegli sempre carni e pesci bianchi.

Assumere molte calorie : chi soffre del Morbo di Crohn spesso dimagrisce in modo sensibile , quindi è necessario che faccia attenzione ad assumere il giusto apporto calorico giornaliero di cui ha bisogno. Tali calorie però devono essere assunte in piccoli pasti : oltre ai tre principali si deve fare uno spuntino a metà mattina, a metà pomeriggio e, se necessario, anche di notte.

Assumere pochi lipidi : gli alimenti grassi come l’olio aiutano il transito intestinale, quindi è bene evitarli quando si è in fase acuta del Morbo. Limita il consumo di olio di oliva a due cucchiai al giorno ed evita accuratamente cibi grassi come salumi, insaccati o salsicce, perché peggiorerebbero l’infiammazione intestinale.

Fonte: healtylife.org

Assumere poche fibre : stesso discorso vale per le fibre, che aiutano il transito intestinale che invece in fase acuta del male è bene cercare di fermare. Le uniche fibre che possono invece essere di aiuto sono quelle solubili , che rallentano il transito intestinale: le puoi trovare nelle mele cotte, nelle carote e nelle mele cotogne.

Assumere tanti liquidi : con la diarrea si perde molta acqua e quindi è importante reintegrarla con infusi, the e bibite restringenti.

Assumere cibi altamente digeribili: devi evitare di affaticare il tuo intestino più di quanto non lo sia già. Mangia solo cibi che sono facili da digerire, come il riso bianco bollito, i pesci dalle carni bianche come il merluzzo e la purea di mela.

Assumi cibi che non infiammano il tuo intestino : l’intestino è già infiammato, quindi sono assolutamente da evitare i cibi che contengono acidi grassi trans, acidi arachidonici e acidi grassi saturi, perchè invece possono infiammare l’apparato digerente. Gli acidi grassi trans li trovi in dolci, biscotti, piatti precotti; gli acidi arachidonici in carni grasse e nel latte intero; gli acidi grassi saturi nel burro, nelle carni grasse, nel latte intero. Non consumare questi alimenti se non vuoi peggiorare i tuoi sintomi.

Fonte: healthandlovepage.com share

Stai attento all’igiene : con l’intestino in fase acuta del Morbo di Crohn le difese immunitarie sono ai minimi livelli e quindi è facile prendere infezioni batteriche. Quando cucini devi prestare la massima attenzione all’igiene se non vuoi peggiorare la situazione. Per evitare intossicazioni è opportuno anche mangiare dei determinati cibi, ecco quali:

  • il riso, cotto in qualunque modo preferisci
  • il pane e la pasta privi di glutine
  • le patate, bollite o cotte in forno
  • il latte o altre bevande a base di riso
  • il latte scremato e senza lattosio
  • le carote bollite
  • i pesci dalle carni bianche (merluzzo, rana pescatrice, baccalà)
  • le carni bianche (coniglio, pollo e tacchino) private della pelle
  • il prosciutto iberico (jamón) che contiene l’acido oleico che ha azione antiinfiammatoria; bisogna però rimuovere il grasso
  • le code di gambero bollite
  • l’albume dell’uovo
  • le banane mature private dei filamenti
  • le mele o le pere cotte al forno
  • le mele cotogne
  • gli smoothies di carote, pere o mele, che sono privi di fibre ma la cui tolleranza va valutata caso per caso
  • non più di 2 o 3 cucchiai di olio di oliva a bassa stagionatura
  • tutti gli alimenti vanno cotti al vapore o bolliti o in forno a temperature medie

Continua a leggere alla pagina successiva cliccando sul tasto ’Avanti’