La scienza medica ha fatto dei passi da gigante e al giorno d’oggi ci mette a disposizione moltissimi farmaci per  la cura dei fastidi e dei disturbi più comuni. Ad esempio, se ci coglie improvvisamente il mal di testa non ci pensiamo due volte a penderci un antidolorifico.

I farmaci antidolorifici, a patto che siano per uso orale  infatti, si possono acquistare senza ricetta medica , hanno costi ridotti e ci liberano dalla sofferenza rapidamente. 

La facilità con cui si comprano può farci credere che siano prodotti innocui ma ovviamente, come qualunque altro farmaco, non devono essere presi con leggerezza.

Leggi anche: ’ Ecco un efficace antidolorifico naturale a usare al posto dell’ibuprofene

Gli antidolorifici più comuni sono i cosiddetti Fans (anti infiammatori non steroidei) che agiscono sul dolore bloccando il rilascio di   prostaglandine , sostanze che tra le tante funzioni, hanno anche quella di prendere parte ai processi infiammatori.  E’ questo il motivo per cui, bloccandone il rilascio, si hanno come conseguenza deglieffetti indesiderati.

Effetti indesiderati degli antidolorifici

PROBLEMI DI STOMACO

L’azione dei Fans inibisce sostanze che normalmente esercitano un’azione gastroprotettiva, ovvero proteggono la mucosa interna dello stomaco. Quando assumi gli antidolorifici aumenta il rischio di irritazioni gastriche e ulcerazioni della mucosaed è quindi necessario che tu non ne abusi, soprattutto se già soffri di gastrite o reflusso esofageo.

Fonte: thehealthsite.com share

MALFUNZIONAMENTO RENALE

La correlazione tra problemi alle funzioni renali e l’uso di farmaci antinfiammatori è stata provata da diversi studi, il più autorevole dei quali è stato pubblicato nel 2015 sulla rivista scientifica “Plos One”.  

I Fans interferiscono con i reni soprattutto nei soggetti che già soffrono di ipertensione , che devono dunque essere particolarmente cauti nell’assumerli.

FLUIDIFICAZIONE DEL SANGUE

Questo effetto collaterale lo hanno farmaci che contengono principi attivi quali il naproxene, l’ibuprofene e l’aspirina. Il sangue scorre più velocemente e si coagula con meno facilità, questo può portare a sanguinamenti indesiderati, quali rettorragia ( sangue dall’ano) epistassi (sangue dal naso) e nelle donne in età fertile metrorragia. Bisognerebbe sempre evitare di prendere insieme i farmaci con i principi attivi sopra elencati e i Fans perché potrebbero interagire tra di loro in modo indesiderato.

Fonte: maedetrestambemtemvez.com.br share

DANNEGGIAMENTO DEL FEGATO

Il fegato è l’organo che risente maggiormente dell’abuso di Fans. Uno studio del 2015 della Mayo Clinic dimostra come questi farmaci non dovrebbero mai essere somministrati a pazienti con la cirrosi epatica perché ne peggiorerebbero le condizioni. Negli antidolorifici ci sono infatti sostanze tossiche per il fegato , se assunte in dosi massicce.

INSUFFICIENZA CARDIACA

Una ricerca del 2016, quindi molto recente, ha provato che i farmaci antidolorifici Fans spesso causano insufficienza cardiaca; un altro studio del 2017 addirittura prova cheaumentano il rischio di infarto del 31%.

INIBIZIONE DEI FARMACI ANTIDEPRESSIVI

I principi attivi presenti nei fans interagiscono con quelli dei farmaci  SSRI ( inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina ) , che sono degli antidepressivi molto comuni. Ciò  vuol dire  che ne possono ridurre l’efficacia e che quindi, anche se segui una terapia farmacologica, la tua depressione non scomparirà.

Fonte: salutesanita.it

In più ci possono essere degli effetti indesiderati molto gravi, ovvero la comparsa di emorragie intracraniche che possono causare a danni cerebrali irreversibili, se non addirittura alla morte.

Ovviament e tutti gli effetti che ti abbiamo descritto si verificano solo in caso di sovradosaggio , ovvero se si fa un abuso dei farmaci antidolorifici : se ne prendi uno ogni tanto non corri alcun rischio. Però è importante che tu li usi solo quando sono davvero necessari e comunque almeno su consiglio medico.