Esiste un albero conosciuto come "l'albero del tamburo" che viene comunemente definito come supercibo poiché è ricco di sostanze nutritive , antiossidanti e altri elementi benefici per il nostro corpo. Questo arbusto è una scoperta molto recente per cui non tutti i suoi benefici sono stati studiati a fondo. E’ essenziale, quindi, prendere alcune importanti precauzioni da conoscere prima di consumarlo.

Che cos’è?

E un piccolo arbusto originario dellIndia, ma che cresce ormai in molte parti del mondo. E noto per i suoi lunghi rami, da cui deriva il suo nome: "Murungai", infatti, significa "bacchetta torcente" nella lingua tamil. Ne esistono ben 13 specie e la varietà più diffusa è la Moringa oleifera. 

L' albero Moringa ha diversi nomi provenienti da differenti parti del mondo tra cui spicca il suo nome comune: "albero di rafano" dovuto al fatto che le sue radici hanno un gusto simile alla radice del rafano grezzo. Nella medicina ayurvedica è conosciuto come shigru ed in spagnolo si chiama Jacinto.

Viene utilizzato fin dai tempi antichi in quanto era ed è tutt’ora considerato una panacea. Per questo viene chiamato "l'albero meraviglioso", "l'albero divino" o anche "l'albero del miracolo".

E facile da coltivare per la sua capacità di crescere in una varietà di climi, in particolare climi subtropicali. 

Quali sono i suoi benefici?

Le stesse proprietà che rendono questa pianta importante per combattere la malnutrizione in quei Paesi in cui la Moringa viene maggiormente usata, la rendono anche un alleata per la nostra salute. 

Ne è diffuso l’utilizzo per le sue capacità nutrizionali e sono sorte anche aziende di integratori a base di Moringa.

Le sue foglie sono considerate la parte più nutriente e vengono spesso utilizzate per la produzione degli integratori. Può essere assunta anche come tè è necessario, però, prestare attenzione a radici e steli.

Secondo la medicina ayurvedica, la Moringa è in grado di debellare ben 300 malattie. La medicina attuale ha iniziato solo di recente a studiare i benefici di questa pianta sul nostro organismo:

 Alto contenuto di nutrienti

La Moringa è una valida fonte di antiossidanti,  sali minerali come il magnesio, lo zinco, il ferro, il potassio, lo zinco e vitamine A, B, C ed E. Pertanto se unirai l’utilizzo di questa pianta ad una dieta equilibrata, noterai certamente i vantaggi della sua assunzione.

Purifica l’organismo e l’acqua

La sua azione contrasta i germi ed i batteri presenti nell’acqua. Per cui, unendola all’acqua, si otterrà acqua più pura oltre che ricca di virtù benefiche.

Riduce l'infiammazione

Essa contiene sostanze antiossidanti come flavonoidi , la quercetina , il beta-carotene, la vitamina C e l'acido clorogenico che stabilizzano la produzione di istamina nel corpo e bilanciano i livelli di zucchero nel sangue.

Poiché gli squilibri di zucchero nel sangue sono legati al diabete, all'infiammazione e ad altri problemi, il bilanciamento dello zucchero nel sangue può essere un passo importante per ridurre l'infiammazione che causa queste patologie.

Stimola la produzione del latte materno

Contribuisce ad aumentare la produzione di latte nelle donne in fase di allattamento. Infatti, alcune aziende produttrici di integratori consigliano regolarmente quelli a base di Moringa come vitamina prenatale e durante l'allattamento, ovviamente sotto controllo medico.

Possibile protezione dall'arsenico

Questa azione non è ancora stata studiata negli esseri umani, ma sono stati effettuati vari esperimenti secondo cui alcuni composti presenti nelle foglie di Moringa possono proteggere dall'avvelenamento da arsenico.

Fornisce energia naturale

Questo è il vantaggio principale della pianta di Moringa come segnalato da molti consumatori. La semplice consumazione di Moriga può portare ad un aumento dell'energia per merito dell’elevata quantità di vitamine e sali minerali. I benefici non finiscono qui, infatti, l’assunzione di Moringa rafforza il sistema immunitario, controlla il peso e protegge la vista.

Come e dove si trova?

La Moringa è disponibile in commercio, oltre che come integratore, sotto forma di capsule, tè (o tisana),  e polvere. La troverai certamente presso le erboristerie ben fornite oppure nei negozi biologici.

Controindicazioni

Si consiglia di evitare di consumare altre parti, oltre alle foglie, perché contengono una sostanza tossica per gli esseri umani. Il rischio maggiore lo potrebbero subire le donne in quanto radici e fusti potrebbero provocare aborti spontanei oppure interferire con i contraccettivi.

Presta attenzione quando consumi le foglie della pianta perché hanno dimostrato di avere un effetto lievemente lassativo e possono causare disturbi digestivi in alcune persone.

Prima di assumere la Moringa, in qualunque forma, chiedi consiglio al tuo medico!