La tiroide è una ghiandola che si trova nella parte anteriore del collo e che, per quanto piccola e apparentemente di poca importanza, svolge un ruolo molto importante nel regolare alcune funzioni del nostro corpo

La tiroide produce due tipi di ormoni chiamati T3 e T4 ; l’ormone T4 regola il nostro metabolismo . Gli ormoni Te 3 T4, inoltre, collaborano con altri ormoni per controllare lo sviluppo del sistema nervoso, le funzioni sessuali e la crescita dell’organismo. Si capisce quindi come un malfunzionamento della tiroide possa avere conseguenze anche gravi.

Fonte: www.interactive-biology.com share

La tiroide può secernere una quantità eccessiva di ormoni, in tal caso si parla di ipertiroidismo ; o al contrario, non secernerne abbastanza, in questo caso si parla di ipotiroidismo

I problemi alla tiroide sono molto comuni soprattutto tra le donne con più di sessant’anni, ma nessuno ne è immune. In genere il problema che si riscontra più di frequente è l’ipotiroidismo.

C’è un modo per capire se la tua tiroide non funziona come dovrebbe? Naturalmente si, oltre agli esami clinici e strumentali, ci sono dei sintomi a cui prestare attenzione e che ora ti elencheremo.

Puoi sospettare di soffrire di ipertiroidismo se:

Fonte: www.healthline.com share
  • a volte hai molta fame, altre volte sei inappetente;
  • sudi molto;
  • ti si diradano i capelli;
  • hai difficoltà a prendere sonno;
  • hai o hai avuto problemi di fertilità.

Puoi viceversa sospettare di soffrire di ipotiroidismo se:

Fonte: webmd.com share
  • ingrassi senza motivo;
  • hai spesso la pelle del viso arrossata e infiammata;
  • hai la pelle secca;
  • hai colesterolo elevato;
  • hai o hai avuto flussi mestruali molto abbondanti;
  • hai problemi con la voce.

Tanto in un caso che nell’altro per chiarire i tuoi dubbi devi consultare un medico che ti farà fare gli esami opportuni. Una volta appurato che soffri di ipertiroidismo o ipotiroidismo lui ti prescriverà la cura da seguire , che dovrai rispettare scrupolosamente per ripristinare il giusto equilibrio ormonale.

Detto questo, ci sono comunque alcuni rimedi che puoi adottare e che servono a ripristinare il corretto funzionamento della tiroide: sono sostanze che permettono a questa ghiandola di tornare a svolgere i suoi compiti nel modo più giusto. Ecco quali sono.

LO ZINCO

Secondo una ricerca dell’ Università del Massachussets  le donne che soffrono di problemi di tiroide soffrono anche di carenza di zinco, ed è stato provato che è quest’ultima a causare i primi.  Il fabbisogno giornaliero di zinco affinchè la tiroide resti in buona salute è di 10 mg . Puoi assumere questo minerale mangiando  legumi, come fagioli, ceci e lenticchie; frutta secca come i semi di zucca e i pinoli; miglio e quinoa .

Fonte: agoramedia.com share

LO IODIO

Anche lo iodio coadiuva la corretta funzionalità degli  ormoni tiroidei , ma è molto importante assumerlo nelle giuste quantità perché un eccesso può essere nocivo. Lo iodio si trova in abbondanza  nel sale marino, di cui però è bene non abusare, e nelle alghe,   che ormai puoi trovare facilmente in commercio. Il quantitativo che serve alla tua tiroide è di  150 microgrammi .

Fonte: www.beautyepic.com share

CALCIO E VITAMINA D

Una delle conseguenze maggiori che i malfunzionamenti tiroidei hanno sull’organismo umano è l’ indebolimento delle ossa : per questo è importante consumare alimenti ricchi di calcio, specie i latticini freschi, ed esporsi al sole, la principale fonte di vitamina D.

Fonte: www.anabolicmen.com share

Altri due alimenti che sono fondamentali per garantire il buon funzionamento della tiroide sono la soia fermentata e i vegetali detti “cruciferi”, ovvero broccoli, cavoli e cavolfiori . La soia fermentata, ad esempio il miso, stimola la produzione di ormoni tiroidei; le verdure sopra citate servono a coadiuvare le funzioni della tiroide. 

Il corretto funzionamento della tiroide è fondamentale per la tua salute: prenditene cura!