L'istamina è una proteina che svolge un ruolo importantissimo in molte reazioni allergiche. Una delle reazioni del corpo, quando è esposto ad alcuni allergeni, consiste proprio nel rilasciare l'istamina .

L’istamina provoca starnuti , lacrimazione , prurito , pesantezza alla testa e produzione di muco . Generalmente, questo avviene durante i cambi di stagione.

Quanto ti trovi in queste condizioni, ti rivolgi generalmente al medico che ti prescrive un antistaminico. Gli antistaminici sono sostanze che bloccano il rilascio di istamina e l’infiammazione che essa provoca nel corpo.

Tuttavia, la Natura ci offre anche alcuni alimenti ed erbe che agiscono come antistaminici , ma senza sostanze chimiche all’interno ed anche molto meno costosi rispetto ai farmaci.

Se sei anche tu tra le persone che preferiscono utilizzare i metodi naturali, ecco le mie 12 opzioni:

1. Aceto di Mele

È un antistaminico naturale molto potente. 
Sarà sufficiente aggiungere 2 cucchiaini di aceto di mele ad 1 bicchiere di acqua. 
Ripeti questa operazione 3 volte al giorno per 4 giorni e dire addio alle allergie della stagione. 

2. Yogurt

Il Lactobacillus ed il Bifidus, presenti in molte tipologie di yogurt, riducono notevolmente il rischio di sviluppare allergie.

3. Vitamina C

Sono noti i benefici della vitamina C per rafforzare il sistema immunitario, ma questa vitamina si è rivelata un potente antistaminico naturale. 
A differenza degli antistaminici commerciali che bloccano l'istamina, la vitamina C abbatte le molecole di istamina.

4. Ortica

Per il suo contenuto di quercetina, l'ortica è un antistaminico naturale ad azione immediata. 
Il modo migliore per assumerla è in capsule: puoi prenderne 500 mg tre volte al giorno. 
Le donne in gravidanza non dovrebbero usare questo rimedio. 
Non utilizzare l'ortica se stai assumendo dei farmaci per abbassare la pressione sanguigna.

5. Uovo di Quaglia

Nella medicina cinese le uova di quaglia sono state utilizzate per molti anni come rimedio contro le allergie respiratorie come la febbre da fieno, l’asma e la rinite. 
Si consiglia di consumare questo alimento durante la prima colazione.

6. Erba Medica

Molti erboristi sostengono che l'erba medica sia un buon rimedio per le allergie in quanto allevia i fastidi agli occhi e la produzione di muco causati proprio dalle allergie. 

7. Ginkgo

È un albero che contiene alcune sostanze che hanno un potente effetto antiallergico. 
Non assumere più di 240 mg al giorno di ginkgo.

8. Omega-3

Sono acidi grassi in grado di combattere le allergie perché riducono la reazione infiammatoria associata alle allergie stesse.
Si trovano in particolare quantità nel salmone.

9. Tè Verde

Questa bevanda contribuisce a ridurre il rilascio di istamina grazie al contenuto di catechina e quercitina, cioè 2 antiossidanti a cui vengono riconosciute proprietà antistaminiche.
10 . Ribes Nero

Svolge una cosiddetta azione cortisonica, cioè simile a quella del cortisone. In pratica, il ribes stimola le ghiandole surrenali che producono cortisolo, ovvero un ormone che rafforza il sistema immunitario, alleviando ed eliminando i disturbi dovuti alle reazioni allergiche.

11 . Cappero

Esso risulta efficace contro gli allergeni più comuni come i pollini, la polvere ed alcuni alimenti. 

12. Quercetina

È il pigmento che dà colore all’uva viola ed al tè verde ed è anche un antistaminico naturale. 
La dose raccomandata è una capsula da 500 mg 2 volte al giorno. 
Puoi trovare questa sostanza in alimenti come il tè verde, l’ortica, l’aglio e la cipolla.

Devi, invece, prestare attenzione ad alcuni alimenti come diversi prodotti ittici, formaggi e salumi che presentano un’elevata concentrazione di istamina. Alimenti come i pomodori, le fragole ed il cioccolato sono istamino-liberatori , cioè favoriscono il rilascio di istamina da parte dell’organismo. 

Esistono, al contrario, alimenti che inibiscono il rilascio di istamina e possono quindi essere considerati antistaminici naturali, esattamente come quelli di cui ti ho parlato poco fa.

Non assumere questi alimenti in caso di allergia all’alimento stesso: consulta il tuo medico per sicurezza.

Scrivi qui il testo...