Non avresti mai pensato che lavorare al computer potesse essere una delle cause  della sindrome del tunnel carpale, vero? Eppure scrivere su una tastiera per molte ore al giorno e utilizzare il mouse, ne aumenta il rischio di insorgenza. In realtà tutti coloro che sono costretti, per motivi professionali, ad una attività ripetitiva che prevede l’utilizzo della mani, ad esempio le sarte, gli elettricisti, gli orafi o i tornitori, risultano essere maggiormente colpiti dalla sindrome del tunnel carpale .

Sono molte le persone che, nell’arco dell’anno, soffrono di questo disturbo ed il numero di queste persone aumenta sempre di più. L'età massima dello sviluppo della sindrome del tunnel carpale si aggira tra i 45 ed i 60 anni. Difficilmente questo disturbo colpisce uomini e le donne sotto i 30 anni.

Cos’è il tunnel carpale?

Capovolgi la tua mano in modo che tu sia di fronte al tuo palmo. L'area che collega il tuo polso alla tua mano è quella interessata dalla sindrome del tunnel carpale.

In questo specifico punto, ci sono dei legamenti che permettono alle ossa tra polso e mano di unirsi. Questo sistema di connessione tra ossa e muscoli è ciò che ti consente di muovere le dita ed afferrare gli oggetti. In questo sistema complesso c’è un nervo chiamato nervo mediano che ti permette di avvertire la temperatura, il dolore ed il tatto.

Quando compare il gonfiore, lo spazio occupato da muscoli, nervi ed ossa diventa limitato e, quindi, il nervo mediano viene schiacciato. Questo può comportare grandi danni.  La sindrome del tunnel carpale può essere lieve o diventare piuttosto grave a seconda del danno. Tanto che a volte è necessario un intervento chirurgico per alleviare i sintomi e riparare il danno.

Questo è ciò che accade nelle mani dei pazienti con la sindrome del tunnel carpale:

  • il rivestimento protettivo dei tendini della mano si gonfia causando un accumulo di liquido sinoviale sotto il rivestimento stesso;
  • il legamento trasversale, una fascia di tessuti fibrosi che forma il tetto del nervo mediano, diventa più spesso e più largo.

In entrambi i casi si verifica una compressione  sulle fibre nervose mediane , da cui ne consegue  un rallentamento della trasmissione dei segnali nervosi. 

Quali sono le cause della sindrome del tunnel carpale?

L'uso costante del computer è considerato un grande fattore di rischio per lo sviluppo del tunnel carpale. Questo perché, quando si usa un mouse o si digita su una tastiera, il polso viene piegato e la pressione provoca lo schiacciamento del nervo mediano.

Inoltre, il movimento ripetitivo e continuo del polso può anche essere un fattore di rischio per la sindrome del tunnel carpale perché continua a fare pressione sul nervo, infiammandolo.

Non esiste una causa specifica legata al tunnel carpale, ma ci sono alcuni fattori di rischio che possono portare alla sindrome del tunnel carpale:

Sesso 
Le donne risultano essere più inclini a sviluppare la sindrome del tunnel carpale.

Condizioni cliniche particolari
Obesità, menopausa ed insufficienza renale possono aumentare il rischio di sindrome del tunnel carpale.

Diabete
Le malattie che possono causare danni ai nervi possono provocare la sindrome del tunnel carpale.

Lesioni traumatiche
Fratture o distorsioni al polso lo rendono maggiormente incline al tunnel carpale.

Quali sono i sintomi della sindrome del tunnel carpale?

Come puoi certamente immaginare, un nervo danneggiato causa molto dolore , ma ci sono anche altri sintomi della sindrome del tunnel carpale che devi conoscere come  intorpidimento delle dita formicolio ,   debolezza nella mano sensazione di bruciore sensazione di gonfiore anche quando esso non è visibile.

Una persona affetta da sindrome del tunnel carpale può manifestare alcuni o tutti questi sintomi che spesso peggiorano durante la notte. Questo può essere dovuto in parte alla posizione della mano durante il sonno.

Molti possono essere i fattori di rischio della sindrome del tunnel carpale che portano alla compressione del nervo mediano. I principali sono  sovrappeso gravidanza ,   hobby che richiedono ripetuti piegamenti del polso o della mano artrite diabete attitudine famigliare traumi al polso.

Quali sono i migliori trattamenti per donare sollievo alla parte interessata? 

Le mani sono molto importanti nella vita di tutti i giorni ed è di conseguenza, essenziale alleviare la sintomaologia dolorosa in caso di tunnel carpale. Esistono alcune opzioni quando si parla di trattamenti, alcuni facilmente attuabili

  • indossare un tutore per il polso durante la notte o alcune attività che richiedono un particolare sforzo;
  • ultrasuoni;
  • farmaci per alleviare il dolore ed il gonfiore;
  • esercizi per il polso;
  • agopuntura;
  • curcuma che risulta un ottimo antinfiammatorio naturale;
  • intervento chirurgico durante il quale la mano viene incisa in modo che il nervo possa essere liberato dalla pressione.

Naturalmente, la migliore forma di trattamento per la sindrome del tunnel carpale è la prevenzione .

Alcuni suggerimenti per aiutare a prevenire la sindrome del tunnel carpale

Conoscere le cause ed i fattori di rischio è il primo passo per ciò che concerne la prevenzione della sindrome del tunnel carpale

Se eserciti una professione che ti costringe al computer o richiede molti movimenti ripetitivi del polso, ricordati di fare regolarmente alcune pause per permettere al polso di riposare , inoltre  pratica alcuni esercizi che certamente ti può indicare il tuo medico oppure un buon fisioterapista.

Favorire la circolazione è un altro passo davvero importante per cui devi assicurarti che le tue mani siano sempre al caldo: i guanti senza dita potrebbero risultare un valido aiuto.

Anche i dispositivi ergonomici per alleviare la tensione sul polso sono un buon sostegno nel caso del tunnel carpale. Ad esempio, ci sono in commercio tastiere e tappetini per il mouse dotati di un cuscino apposito in grado di sollevare il polso ed impedirgli di flettersi e di esercitare pressione sul nervo mediano.

Infine, poiché molte altre condizioni di salute possono predisporre alla sindrome del tunnel carpale, è importante imparare a gestire anche queste patologie. Mantieni sotto controllo diabete e tiroide e verifica di non essere soggetto a gotta ed artrite. Tenendo sotto controllo queste condizioni cliniche, potrai ridurre il rischio della sindrome del tunnel carpale.

Anche la Natura ci viene in soccorso e, pertanto, ti suggerisco alcuni alimenti che possono diminuire l’infiammazione ed il dolore :

  • cibi ricchi di vitamina B6 (fagioli, carne bianca e verdure verdi)
  • frutta e verdura freschi
  • acqua
  • semi di lino e di chia che sono ricchi di Omega-3

Al contrario, ci sono anche alcuni alimenti che dovrebbero essere evitati in quanto causano (o aumentano) lo stato infiammatorio: grassi saturi – bacon, salse, formaggi e carne rossa – alcolici, grano e glutine e alimenti ricchi di zucchero.