Sicuramente avrai già sentito parlare di un batterio chiamato “salomonella” . La salmonella ha la forma allungata di un bastoncino e non è visibile ad occhio nudo, ma può contaminare alcuni cibi che mangiamo ed entrare nel nostro organismo provocandoci numerosi fastidi.

Chi contrae la salmonellosi può presentare i seguenti disturbi a partire da pochi minuti dopo fino ad un massimo di tre giorni dopo aver contratto il batterio. Soffre di attacchi di diarrea e di forti mal di pancia ; prova nausea e sente il bisogno di rimettere ; ha la febbre alta e un forte mal di testa .

Fonte: www.vecernji.hr share

Anche se i fastidi sono molto aggressivi, la salmonellosi ha un decorso breve e spontaneo : in un soggetto sano i sintomi passano rapidamente e si torna a stare bene già dopo uno o due giorni. Discorso diverso per soggetti più fragili, come i bambini o gli anziani , chi soffre di altre patologie al sistema immunitario, o per le donne in stato interessante.

Quindi, anche se tutto sommato la salmonellosi è innocua, sempre bene starne alla larga! Ma come fare? Ti diamo qualche consiglio utile che ti potrà aiutare in futuro a non correre il rischio di farti contaminare dal batterio della salmonella.

Lavati sempre con cura le mani quando devi preparare da mangiare, specie se sei stato prima al bagno, o se devi manipolare cibi crudi. L’igiene scrupolosa è fondamentale, perchè dove c’è pulizia non c’è salmonella.

Fonte: vertical.snd.no

Lavati bene anche se tocchi o entri in contatto con animali da cortile , ad esempio polli, ma anche con rettili come le tartarughe, che possono trasmetterti la salmonella.

In estate stai attento a come conservi i cibi : le temperature elevate infatti possono causare la proliferazione della salmonella su alimenti andati a male. Cucinare usando alte temperature è un modo per sincerarsi di aver eliminato il batterio eventualmente presente.

Infine, fai attenzione a quello che mangi , perchè il modo più facile attraverso il quale si contrae la salmonella è proprio il cibo che mangiamo. Quali sono gli alimenti incriminati?

Fonte: amando.it
  • Uova crude o poco cotte
  • latte e suoi derivati
  • carne preparata alla tartare, cruda o cotta al sangue
  • angurie e meloni
  • pomodori e insalata
  • salse o creme preparate con ingredienti poco freschi

Fai attenzione infine anche all’ acqua che bevi. Se hai dubbi che non sia potabile, preferisci sempre quella minerale e in bottiglia.