Dolore al fianco destro: cos'è e da cosa dipende

Avvertire dolori al fianco destro è piuttosto comune, diverse sono le origini: alimentazione non corretta, attività fisiche impegnative, stress, problemi all'apparato gastrointestinale o urinario.  Il dolore all'addome destro   può manifestarsi con spasmi o fitte , sia mentre si è sotto sforzo che durante una fase di riposo, può essere diffuso o localizzato su una piccola area.

L'area anatomica è piuttosto estesa, infatti coinvolge diversi organi e muscoli che è bene suddividere in fianco destro superiore e fianco destro inferiore. Nel fianco destro alto sono presenti: fegato, cistifellea, vie biliari,  la prima parte dell'intestino tenue, parte superiore del rene destro, i nervi intercostali. Nel fianco destro basso è presente l'intestino cieco, l'appendice, il colon ascendente, l'uretre destro e nelle donne l'ovaio destro e la tuba di Falloppio destra. 

L'area dell'addome destro ha diversi organi e si divide in fianco destro superiore e fianco destro inferiore copyright:  Romario Ien/Bigstock share
  Alcune cause del male al fianco destro

La struttura dell’addome è molto complessa e comprende diversi organi, tessuti muscolari e nervosi dunque il dolore al fianco destro può comprende diverse patologie. 

Le cause più comuni nel caso del male al fianco destro alto sono :

  •   Calcoli della colecisti  (piccoli aggregati solidi, costituiti da colesterolo e sali di calcio) che possono provocare dolori dovuti ad infiammazione o ascessi fino a problematiche più serie
  • Ulcera duodenale  dovuta all'eccessiva produzione di succhi acidi da parte dello stomaco e può provocare bruciore e tende a comparire a stomaco vuoto
  • Calcoli renali  (aggregati di sali minerali), all'interno del tratto urinario, provocati spesso da un'alimentazione errata e generano dal dolore acuto, al vomito, al sangue nelle urine ecc...
  • Polmonite che comporta un senso di schiacciamento ma anche febbre, tosse, dolore al torace, ecc...
  • Avvelenamento a seguito di ingestione di cibo avariato e comporta vomito e febbre.
  • Traumi  dovuti a strappi muscolari o a fratture alle costole con dolore intenso e difficoltà di respirazione
Assumere spesso cibi grassi ed ipercalorici può creare problemi e dolori al fianco destro copyright: Victoria 1/Bigstock share

Per quanto riguarda i dolori al fianco destro basso :

  • Appendicite (si presenta per lo più fra i giovani tra i 10 e i 30 anni) e comporta febbre, dolori addominali all'interno dell'ombelico, vomito, diarrea ecc.
  • Costipazione (condizione in cui l'emissione delle feci risulta scarsa e/o poco frequente) e comporta crampi o dolore simile a una morsa.
  • Colite ulcerosa  che colpisce gli strati superficiali delle pareti intestinali interne e comporta diarrea, crampi addominali, gonfiore addominale, malessere generale, sangue nelle feci, sudorazione notturna ecc.
  • Gravidanza extrauterina  nelle donne in stato di gravidanza.
  • Cisti ovarica  che comporta dolori in corrispondenza dell'ovaia, ma anche lungo la gamba, dolore durante i rapporti sessuali, bisogno di urinare spesso, variazioni del normale ciclo mestruale ecc.

Come individuare e curare il dolore all'addome destro

A seguito di male all'addome destro sono diversi i segnali che non devono essere sottovalutati. Bisogna tempestivamente  contattare il medico di fiducia  in presenza di fitte molto forti che interrompono il riposo notturno, crampi che non diminuiscono, perdita di appetito, nausea, pallore e presenza di sangue nel vomito. Sarà lo stesso medico di fiducia a  prescrivere i dovuti esami  ed accertamenti che permetteranno di  capire l'origine dei dolori addominali . A seguito dei risultati il medico potrà procedere con la terapia più consona che potrebbe prevedere da un semplice regime alimentare correttivo (ad esempio aumentando la quantità di acqua giornaliera ed eliminando alimenti ipercalorici e fritti), l'utilizzo di cure farmacologiche o nei casi più gravi un intervento di tipo chirurgico.