L' ipotonia  è una patologia che consiste nella perdita di   tono muscolare  e colpisce prevalentemente i bambini. Vi è un discreto livello di possibilità che coloro che ne soffrono appartengono ad una famiglia in cui vi è la presenza di un soggetto colpito da ipotonia, pertanto è possibile ipotizzare che tra i fattori di rischio possano esserci quelli legati alla famigliarità.

Questo disturbo, solitamente, viene rilevato alla nascita o nel corso dei primi anni di vita del bambino.

L' ipotonia  fu scoperta nel 1956 quando fu diagnosticata la perdita di  tono muscolare  in alcuni bambini.

Scopriamo quali sono le cause, i sintomi e i rimedi dell’ipotonia.

Che cos'è l’ipotonia?

Abbiamo anticipato che si tratta di una  patologia  che consiste nella perdita di  tono muscolare  e che colpisce in particolare i bambini, anche se, in alcuni casi, l’ipotonia può manifestarsi anche in età adulta.Quando un bambino nasce con  ipotonia  è fondamentale che il pediatra se ne accorga il più presto possibile, per dare al neonato le cure migliori che tengano sotto controllo la  malattia .

Quali sono i sintomi?

È semplice riconoscere i sintomi dell’ ipotonia , nei neonati si nota uno scarso, o addirittura assente, controllo dei movimenti della testa.Nel corso dei primi anni di vita, i bambini affetti da  ipotonia , possono avere problemi motori, debolezza fisica, difficoltà di apprendimento, pianto leggero, difficoltà a succhiare ed ingoiare, cadere con frequenza, avere riflessi scarsi, una postura scorretta e problemi di linguaggio.Le aree più colpite dall' ipotonia  sono i nervi motori, il cervello ed i muscoli.Nei casi più gravi i bambini possono essere soggetti a crisi epilettiche ed avere problemi di respirazione.

Cause

Le cause dell’insorgere di questa  malattia  possono essere diverse, a volte può essere scatenata da altri tipi di disturbi e patologie.Ad esempio, l’ipotonia, può essere una conseguenza di problemi al sistema nervoso o a quello muscolare, può apparire dopo aver subito traumi o lesioni oppure essere collegata ad una malattia ereditaria.Altre possibili cause, legate alla comparsa dell’ipotonia, possono essere attribuibili a danni cerebrali, distrofia muscolare e atrofia muscolare spinale.

Non sempre tuttavia è semplice capire quali siano i fattori scatenanti l’ ipotonia  e quando non vi è la presenza di una causa diagnosticabile certa, la malattia viene chiamata  ipotonia benigna congenita.

Le malattie genetiche che possono provocare ipotonia sono:  sindrome di Prader Willi; sindrome di Down; malattia di Charcot Marie Tooth  malattia di Tay Sachs .

Casi rari: raramente l’ ipotonia può insorgere in seguito ad infezioni, come il botulismo, o dopo essere entrati in contatto con delle sostanze tossiche. Anche meningite ed encefalite possono essere causa di ipotonia.

Diagnosi

La diagnosi di ipotonia deve essere tempestiva, quando si notano i primi sintomi si deve consultare uno specialista ed eseguire una serie di analisi ed esami clinici. Diagnosticare in tempo l’ ipotonia è fondamentale per trovare la cura più efficace.  

Rimedi

Nella maggior parte dei casi l’ ipotonia deve essere curata per tutta la vita, spesso, infatti, questa patologia è cronica.

Le terapie vengono decise in base ad una serie di fattori, come le cause legate alla comparsa dell’ipotonia, la gravità della malattia, l’età del paziente ed i muscoli affetti dalla patologia.

Ogni caso può avere una terapia diversa, spesso bisogna anche affidarsi alle cure di un fisioterapista, in questo modo si agevola la mobilità dei muscoli e si può rallentare il decorso della malattia.

E’ importante sapere che, anche se si tratta di una patologia che in alcuni casi può essere grave, le persone che ne sono affette non rischiano la vita.