Menù

Cos’è la Gluten Sensitivity

Condivisioni
Leggi con attenzione

La Gluten Sensitivity (sensibilità al glutine) è una nuova patologia, oramai oggetto di numerosi studi. Oltre alla celiachia e all’allergia al frumento, note ormai da moltissimo tempo, esiste un’altra reazione di intolleranza al glutine, osservata ormai in tutto il mondo e che viene definita, appunto, Gluten Sensitivity.

La celiachia è un’enteropatia autoimmune genetica causata dal consumo di glutine. La sensibilità al glutine, invece, è una forma di intolleranza sintomatica nei confronti del glutine. Coloro che ne soffrono, non tollerano il glutine e sviluppano sintomi molto simili ai celiaci (gonfiore, irregolarità intestinale, difficoltà digestive, sonnolenza, diarrea, stipsi, dolori addominali, confusione mentale, cefalea, depressione, ecc) ma senza atrofia dei villi intestinali né risposta autoimmune dell’organismo. 

Chi soffre di Gluten Sensitivity ha un difetto dell’immunità innata e reagisce quindi in poche ore al glutine, che viene percepito come proteina nemica. Secondo gli studi, il 6% della popolazione è intollerante al glutine. Escludendo i celiaci e le persone allergiche al frumento, in Italia, si stimano circa 3 milioni di persone affette dalla Gluten Sensitivity.

Molto spesso, la sensibilità al glutine, si riscontra in pazienti che soffrono di colon irritabile e di infiammazioni di tipo intestinale. Questo succede perché il cibo, non completamente digerito, entra in contatto con l’immunità e scatena una risposta di tipo infiammatorio.

Diagnosi & Terapia

E’ importante sottolineare, che la diagnosi di Gluten Sensitivity (fatta da medici specializzati) va fatta per esclusione. Il grado di sensibilità al glutine è individuale, essa può anche aumentare o scomparire totalmente nel corso degli anni. 

Come si diagnostica? Nei casi in cui non c’è atrofia dei villi intestinali (celiachia), non c’è risposta di anticorpi specifici, non c’è alterazione della permeabilità intestinale (o è minima), non c’è alla base una patologia autoimmune e non è allergia al grano, allora, potrebbe trattarsi di sensibilità al glutine.

Leggi anche  5 motivi per cui dovresti smettere immediatamente di usare il forno a microonde

Una dieta priva di glutine, fa si che la mucosa intestinale si normalizzi, permettendo un regolare assorbimento dei principi nutritivi. Il glutine, non è indispensabile al nostro organismo. Eliminarlo dalla propria dieta, non crea alcun tipo di carenza nutrizionale. 

Alimenti senza glutine

Gli alimenti che sono naturalmente senza glutine sono:

Loading...

  1. Cereali: riso, mais, miglio, grano saraceno, patate, manioca, amaranto, sorgo, quinoa. 
  2. Frutta, Verdura e Legumi: tutti i tipi di frutta (fresca, secca, essicata, sciroppata), tutti i tipi di verdura (fresca, surgelata, congelata) e conservata (sott’olio, sott’aceto e sotto sale), tutti i legumi (fagioli, lenticchie, ceci, lupini, fave, soia, piselli). 
  3. Latte e derivati: latte, yogurt, panna e formaggi. 
  4. Carne, pesce e uova: tutti i tipi di carne, pesce fresco, congelato, surgelato, sott’olio, sotto sale e al naturale. 
  5. Grassi: burro, ladro, strutto, grassi di origine vegetale e oli vegetali. 
  6. Zuccheri, Bevande e Dolci: saccarosio, destrosio, fruttosio, miele, succhi di frutta non addizionati, bevande gassate.

Bisogna stare particolarmente attenti ad alimenti come: zuppe di cereali misti, tapioca, polenta già pronta, risotti pronti, patatine snack, salsa di soia, formaggi spalmabili, yogurt al malto, budini, salumi, piatti pronti, carni confezionate, burro e margarina light, maionese, creme spalmabili, zucchero a velo, preparati per dolci, sciroppi, birra, vodka, whisky. Tutti questi alimenti, devono aver riportato sulla confezione la dicitura “senza glutine”.

Alimenti che contengono glutine:

Gli alimenti che contengono glutine sono:

  1. Frumento: grano duro, grano tenero, fiocchi, pane, pizza, pan grattato, germe di grano e tutto ciò che deriva dal grano. 
  2. Segale 
  3. Orzo
  4. Kamut e triticale
  5. Grano Greco
  6. Seitan
  7. Malto
  8. Avena
  9. Farro
  10. Spelta

E’ necessario leggere attentamente le etichette dei prodotti per scoprire se l’alimento in questione contiene tracce di questi cereali o di glutine.

Loading...
loading...
Advertisement
Top