Menù

Ecco i 10 segnali di carenza di vitamina D

Condivisioni
Leggi con attenzione
La vitamina D è davvero preziosa per il nostro organismo. 
Ha la funzione di regolare l’assunzione di calcio e fosforo nel nostro corpo e quindi è essenziale per la crescita e il mantenimento della struttura ossea
Nello specifico, la vitamina D ha il compito di favorire l’assorbimento del calcio da parte dell’intestino e quindi è basilare per la mineralizzazione delle ossa. 
Inoltre stimola il sistema immunitario ed è indispensabile per il processo di dentizione.
Come si assume la Vitamina D? 
Principalmente la vitamina D si forma nella pelle grazie ai raggi UV del Sole, ma si può assumere anche attraverso i cibi oppure con gli integratori. 
I cibi che la contengono sono alcuni tipi di pesce – come la trota, la sogliola, le sardine – il tuorlo dell’uovo, il burro, il latte, i cereali e le verdure di color verde
Uno dei metodi più semplici per fare il pieno di vitamina D è stare all’aria aperta nelle belle giornate di Sole. 
Spesso capita di non accorgersi di essere carenti di vitamina D:
ecco 10 segnali di carenza di questa vitamina a cui bisogna far attenzione.   
 1.    Gengive arrossate e/o che sanguinano
La mancanza della vitamina D può provocare un indebolimento delle gengive con conseguente arrossamento ed, in alcuni casi, anche il sanguinamento delle stesse.
 
L’assunzione di vitamina D aiuta l’organismo a produrre catelicidinadefensina, due sostanze che hanno la funzione di proteggere la bocca dai batteri.
 2.    Debolezza Ossea 
La carenza di vitamina D si manifesta spesso con debolezza ossea e muscolare. Inoltre è una delle cause principali della comparsa di osteoporosi nelle donne in menopausa o di rachitismo nei bambini. 
Anche i muscoli risentono di questa carenza, infatti, possono manifestarsi formicolii e spasmi.   
Secondo  lo studioso specializzato Michael F. Holick, la carenza di questa vitamina comporta la debolezza muscolare perché i muscoli funzionano bene solo se i loro recettori riescono a captare il giusto quantitativo di questa vitamina. 

 3.    Sbalzi D’Umore 
La vitamina D è importante anche nel processo di formazione della serotonina. 
La serotonina è l’ormone del benessere e una carenza di vitamina D può portare ad eventi di abbassamento del tono dell’umore sino a raggiungere nei casi più gravi stati depressivi.
Sono state fatte e si continuano a fare tutt’ora ricerche approfondite sugli effetti della mancanza di vitamina D sull’umore. Si è scoperto che nei paesi nordici, dove l’esposizione al Sole è minima per alcuni mesi dell’anno, i casi di depressione aumentano notevolmente. 
Molti abitanti di questi paesi assumono, infatti, integratori a base di vitamina D per prevenire l’insorgere di disturbi del comportamento e depressione.       


 4.    Stanchezza Cronica 
Se siete affetti da stanchezza cronica e immotivata durante il giorno oppure non avete energia per svolgere le normali attività quotidiane, una causa potrebbe essere la mancanza di Vitamina D. 
Infatti, secondo studi effettuati dai ricercatori dell’Associated Professional Sleep Societies, le persone che soffrono di sonnolenza diurna magari correlata a dolori alle ossa o ai muscoli, potrebbero aver bisogno bisogno di essere esposte maggiormente ai raggi solari ed assumere la vitamina.      
 5.    Allergie 
Un deficit di Vitamina D nel nostro organismo può essere causa, in alcuni casi, di aumento della predisposizione alle allergie, soprattutto per quanto riguarda le allergie agli acari della polvere. 
Vari studi hanno dimostrato la correlazione tra carenza di vitamina D ed episodi di orticaria, o dermatite atopica.     
In particolar modo nei bambini la vitamina D influisce sull’organismo sin dalla nascita. 
La suddetta vitamina, infatti, agisce sul sistema immunitario del bambino svolgendo un’importante azione di difesa da microrganismi ed allergeni.
Sono molti i risultati provenienti da studi e ricerche che indicano la capacità della vitamina D di proteggere da malattie allergiche, asma ed allergie alimentari.
 6.    Ipertensione 
Recenti ricerche sulla Vitamina D hanno evidenziato la relazione che ha con la pressione arteriosa. 
Secondo questi studi, più elevata è la presenza di Vitamina D nel nostro corpo e meno alta è la pressione, più bassi sono i livelli di vitamina D e più alta è la pressione e il conseguente rischio dell’ipertensione. 
 7.    Problemi Intestinali 
La vitamina D è legata anche all’intestino: la sua scarsa presenza nell’organismo rendono l’intestino permeabile e suscettibile a stati infiammatori. A dimostrazione di ciò, studi su persone affette da colon irritabile, hanno dimostrato la carenza di vitamina D3 in questi soggetti.
 8.      Sovrappeso   
Importanti esponenti del settore medico-scientifico hanno evidenziato come la presenza di una massa grassa importante possa assorbire la vitamina D impedendole di arrivare nel sangue, creando così una disfunzione all’ormone della sazietà e generando nel soggetto un senso di fame eccessivo. 
 9.  Sudorazione eccessiva 
Una delle proprietà della vitamina D è quella di regolare la temperatura del nostro organismo. Infatti ha la funzione di equilibrare la concentrazione di sali minerali nel corpo umano. 
Quando si ha carenza di vitamina D può manifestarsi una sudorazione eccessiva, soprattutto alla testa. Accade anche nei bambini che possono incorrere in una alterazione del normale sviluppo osseo.   

10.  Scarsa capacità di memoria e concentrazione
Se notiamo di avere difficoltà nel ricordare alcune cose o nel concentrarci, può darsi che nel nostro organismo manchi la vitamina D che, come già accennato è legata alla produzione di fosforo.

Leggi anche  Gonfiore addominale: ecco le 8 cause più comuni e come prevenirlo
Loading...
loading...
Advertisement
Top