Menù

Glicemia alta: sintomi e rimedi per l’iperglicemia

Shares
Read Carefully

La glicemia è un valore molto importante delle nostre analisi del sangue. Indica i livelli di glucosio nel nostro organismo, ovvero la concentrazione di zuccheri. Gli zuccheri sono fondamentali per la nostra salute, e li assumiamo prevalentemente dal cibo (ma non solo). Se però sono in eccesso si parla di iperglicemia e questo può diventare pericoloso e avere conseguenze anche gravi. Ecco cos’è la glicemia alta, sintomi e rimedi di questa condizione.

Glicemia alta cause

glicemia alta

La concentrazione di glucosio nel sangue varia naturalmente nel corso della giornata. Solitamente è molto bassa al mattino, per poi alzarsi dopo i pasti principali. I valori della glicemia considerati normali sono quelli che si collocano tra 60 e 130 mg/dl nell’arco di una giornata. Non sono invece da considerarsi valori normali glicemia quelli che superano i 126 mg/dl e che sono invece da considerarsi sintomi di diabete. Oltre i 200 mg/dl si parla di diabete conclamato.

Infatti l’iperglicemia, quando non è occasionale e legata a situazioni contingenti, si lega quasi sempre alla presenza di diabete di tipo 1 o 2. Per la glicemia alta tra le cause c’è infatti un’insufficiente produzione di insulina, che è l’ormone secreto dal pancreas che serve a tenere sotto controllo i livelli di zucchero nel sangue.

Un soggetto può anche soffrire di glicemia bassa, o ipoglicemia. Questa condizione si verifica quando i livelli di zucchero sono inferiori ai 70 mg/dl e può verificarsi anche nei soggetti diabetici, quando ad esempio saltano un pasto. Si lega dunque soprattutto all’alimentazione, anche se può intervenire una carenza di un altro ormone, il glucagone, che serve ad aumentare i livelli di glicemia.

Glicemia alta sintomi

glicemia alta sintomi

La glicemia alta si può verificare solo attraverso un monitoraggio costante di questo valore. I sintomi infatti spesso sono assenti, o comunque sono talmente blandi da poter essere trascurati o confusi con altro. I segnali a cui dovresti porre attenzione sono i seguenti:

  • sete frequente e incapacità di soddisfarla. senti la bocca secca e anche se bevi non trovi sollievo;
  • pelle disidratata; la pelle si secca, si squama e le ferite si rimarginano con difficoltà;
  • stanchezza cronica; si fa molta fatica a compiere anche le azioni più banali;
  • intorpidimento e senso di formicolio a labbra, lingua e alle estremità;
  • accelerazione del battito cardiaco, sovente accompagnato da sudorazione fredda e dolori intercostali.

Glicemia alta cosa fare subito

Per chi soffre di glicemia bassa, il rimedio più immediato che si può adottare è mangiare qualcosa di dolce per ripristinare i giusti livelli di glucosio. Ma cosa fare se invece si ha un picco glicemico? La risposta varia a seconda del proprio quadro clinico. Per chi soffre di diabete, la soluzione è un’iniezione di insulina.

In altri casi, il modo più immediato che si ha per far abbassare la glicemia in modo rapido è fare attività fisica. L’esercizio fisico è in generale, il modo migliore per tenere sotto controllo l’iperglicemia. Quando si sforzano i muscoli, essi consumano gli zuccheri presenti nel sangue e inoltre lo sport in sé serve a regolarizzare i valori della glicemia.

Il secondo rimedio che si può adottare riguarda l’alimentazione. Chi soffre di glicemia alta deve fare attenzione a mangiare solo cibi che presentino basso indice glicemico.

Glicemia alta in gravidanza

glicemia alta

Le donne in gravidanza possono soffrire di una condizione che è detta “diabete gestazionale“. La glicemia alta in gravidanza non è inusuale e si collega ai numerosi cambiamenti che avvengono nel corpo della donna. Può capitare così che l’organismo non riesca a produrrela quantità necessaria di insulina per tenere sotto controllo i livelli di glucosio nel sangue.

Anche in questo caso i rimedi per la glicemia alta in gravidanza sono l’attività fisica e una dieta controllata: solo in alcuni casi si rende necessaria la somministrazione di insulina.

Glicemia alta cosa mangiare

glicemia alta

La dieta per glicemia alta non presenta particolari privazioni, solo dei ben determinati accorgimenti e dosaggi. Bisogna consumare molta verdura a foglia larga, oltre ad ortaggi e frutta fresca, scegliendo oculatamente la qualità di frutta per diabetici meno zuccherina. Sono consigliati il riso, le patate e il pane integrale, mentre vanno limitati i carboidrati della pasta.

I legumi vanno consumati almeno tre volte alla settimana e due volte alla settimana il menu deve prevedere pesce. Assolutamente vietati sono il fumo, i grassi saturi e da consumare con moderazione il caffè. Naturalmente è sempre altamente sconsigliato il fai da te. Deve essere un medico a seguire il paziente e a dare tutte le indicazioni sul trattamento della sua condizione, compreso il tipo di alimentazione. Tuttavia grazie alla ormai ricca varietà di alimenti per diabetici è più semplice riuscire a controllare

Loading...
Advertisement
Top