Menù

Infezioni Vaginali da Candida: ecco 4 consigli per risolvere il problema limitando l’assunzione di farmaci

Condivisioni
Leggi con attenzione


Molte donne in età fertile sono soggette a ricorrenti candidosi vaginale, una infezione che oltre a causare forti sensazioni di disagio comporta una sintomatologia fastidiosa  – come bruciore e prurito ai genitali  che spesso sfocia in nervosismo e malumore. 

La candida albicans è il lievito responsabile di questa infezione ed è lo stesso che causa la candidosi del cavo orale, soprattutto nei bambini (mughetto)

Le zone intime entrano spesso in contatto con questo fungo che in genere viene tenuto sotto controllo grazie alla presenza della flora batterica saprofita, un insieme di batteri ’buoni’ che svolge un’azione di difesa proteggendoci dalle infezioni genitali.

L’equilibrio biochimico può però rompersi per diversi motivi: alcune patologie come il diabete, l’assunzione di alcuni tipi di farmaci, lo stress, la menopausa, la promiscuità sessuale o delle abitudini igieniche inadeguate sono solo alcuni esempi, che in ultimo possono predisporre il soggetto alla comparsa delle infezioni vaginali.

Come trattare le infezioni vaginali da candida in modo naturale

Le infezioni vaginali possono essere trattate oltre che con la terapia medica anche con l’applicazione di metodi naturali soprattutto volti al miglioramento della sintomatologia.

E’ sempre utile tuttavia, soprattutto a scopo preventivo seguire questi semplici suggerimenti;

  • detergere la zona intima con sapone neutro;
  • non usare detergenti profumati che possono irritare la pelle;
  • evitare di lavare gli indumenti intimi con detersivi profumati o particolarmente aggressivi. L’ideale sarebbe lavarli a mano con del semplice sapone di marsiglia avendo cura di sciacquarli abbondantemente al fine di eliminare la presenza di residui che potrebbero irritare la cute.

Una volta che la candidosi si è manifestata, con questi rimedi naturali è possibile ridurre il fastidio dovuto al prurito, al bruciore e alla presenza di perdite vaginali maleodoranti.

Leggi anche  Laringite negli adulti e bambini: cause, sintomi e trattamento

1

fare dei lavaggi esterni della zona genitale utilizzando erbe dalle proprietà lenitive e disinfettanti (le trovate in ogni erboristeria).

Le erbe medicinali indicate per il trattamento delle infezioni vaginali da candida sono timo e lavanda;

2


Loading...

Diluire 125 ml di aceto di mele ad un litro di acqua e fate un lavaggio esterno per rimuovere il cattivo  odore dai genitali causato dalla presenza di batteri e funghi.

3

Far bollire in acqua dei fiori di malva e poi mescolare la soluzione. Una volta che si sarà raffreddata, aggiungere una piccola quantità di cannella in polvere ed applicare l’impacco sulla zona irritata lasciando agire per qualche minuto. 

4

Considerare inoltre gli oli essenziali di lavanda, tea tree e geranio per la prevenzione delle infezioni vaginali in quanto riducono la presenza di batteri patogeni a favore della flora batterica saprofita ristabilendo il PH naturale delle zone intime.  Sono ottimi anche per altre problematiche ed è facilmente reperibile in ogni erboristeria;

Tenete, però, ben presente che è necessario essere consapevoli del fatto che i prodotti naturali fanno tutti parte di un trattamento completo volto a curare in modo permanente la causa dei fastidi intimi. Questo significa che è necessario modificare alcuni aspetti della propria vita partendo da una corretta igiene personale e degli ambienti.

È, inoltre, necessario correggere alcune abitudini per quanto riguarda l’alimentazione:  è noto che i prodotti finali di alcuni alimenti che vengono eliminati attraverso le urine, favoriscono la proliferazione batterica e influenzano l’ecosistema delle zone genitali.

Soffrite di infezioni vaginali? Provate anche voi a seguire questi consigli e fateci sapere.

Loading...
loading...
Advertisement
Top