Menù

Insulino resistenza: sintomi, cause e dieta consigliata

Shares
insulino resistenza
Read Carefully

Prima di parlare dell’insulino resistenza, di sintomi, cause e dieta consigliata, è bene chiarire cosa sia l’insulina. L’insulina è un ormone normalmente presente nell’organismo umano che viene prodotto dal pancreas. Il suo compito è quello di trasferire il glucosio presente nel sangue nelle cellule. Non tutte le cellule del corpo necessitano di insulina: sono soprattutto quelle muscolari.

Può capitare però che le cellule sviluppino una sorta di “resistenza” (da cui il nome della malattia) all’azione dell’insulina. Allora il pancreas ne deve produrre di più per ottenere lo stesso effetto. Questo causa l’aumento del glucosio nel sangue, dunque un aumento della glicemia. Nelle prime fasi della malattia la glicemia aumenta solo dopo mangiato; nelle fasi successive è sempre alta, anche a digiuno.

L’insulino resistenza dunque è la condizione che può condurre al diabete di tipo 2, al prediabete e al diabete gravidico. Per questo va tenuta sotto stretto controllo, specie nei soggetti a rischio in quanto l’insulino resistenza sintomi particolari non ne presenta. Si manifesta con un po’ di stanchezza dopo aver mangiato e offuscamento mentale, stati che possono benissimo essere causati anche da altre patologie.

Dunque è importante conoscere quali sono le cause scatenanti dell’insulino resistenza. In questo modo si può capire se è un soggetto è a rischio per sottoporsi a tutti gli esami necessari e prendere in seguito provvedimenti.

Insulino resistenza cause

insulino resistenza
bodyandsoul.com.au

In realtà non sono ancora realmente note le cause di questa malattia, che è anche chiamata sindrome metabolica o sindrome X. Anche se gli studi non lo hanno confermato in modo inequivocabile, sembra che nella maggior parte dei casi abbia origine genetica. Certo è che ci sono condizioni, in particolar modo stili di vita, che possono rendere un soggetto più propenso ad ammalarsi.

L’insulino resistenza si può manifestare in chi ha uno stile di vita troppo sedentario, ecco perché appare come una malattia collegata alla modernità. Inoltre è spesso una condizione che si sviluppa in chi segue una dieta troppo ricca di carboidrati e zuccheri, e in chi è in sovrappeso o addirittura obeso.

Se si assumono steroidi per un lungo periodo di tempo, ciò potrebbe portare all’insorgere dell’insulino resistenza. Inoltre è una condizione spesso associata ad un’altra patologia, prettamente femminile, ovvero la sindrome dell’ovaio policistico.

Insulino resistenza sintomi

insulino resistenza
besthealthmag.ca

Come dicevamo, i sintomi dell’insulino resistenza non sono ben marcati specie nelle prime fasi della malattia. Si traducono in una sorta di spossatezza generale che induce ad essere sonnolenti e a fare fatica a concentrarsi. Ci sono poi delle conseguenze fisiologiche, che emergono mano a mano che la situazione si cronicizza.

La pressione arteriosa comincia ad aumentare, per cui si soffre di ipertensione. Inoltre calano i livelli di colesterolo HDL mentre aumenta il colesterolo LDL. Anche i livelli dei trigliceridi aumentano oltre i valori normali. Queste cose possono essere appurate con un normale emocromo.

Se si sospetta la presenza di insulino resistenza, il medico prescriverà esami volti a controllare l’andamento della curva glicemica prima e dopo mangiato. Il test più efficace per la diagnosi di questa patologia è il test HOMA (Homeostatic model assesment).

Insulino resistenza dieta consigliata

insulino resistenza
thatsugarmovement.com

Per curare l’insulino resistenza è dunque necessario tenere sotto controllo il glucosio presente nel sangue, se non si vuole incorrere in patologie più serie. Per fare questo è importante curare l’alimentazione. La dieta per insulino resistenza non è restrittiva, solo prevede l’assunzione di cibi che non vadano ad incidere in modo sostanziale sulla glicemia.

Per curare l’insulino resistenza la dieta prevede l’eliminazione pressochè totale di zuccheri semplici e farine raffinate, le indiziate numero uno. Dunque bisogna dire addio a dolciumi vari, ma anche al pane bianco, prediligendo quello integrale o, meglio ancora, di cereali. Come dolcificante bisogna usare il miele, e si deve avere cura di accompagnare sempre i carboidrati (integrali) con una buona fonte di fibre.

Bisogna naturalmente seguire una dieta ipocalorica, poiché i grassi sono un altro dei fattori che possono causare l’aumento del glucosio nel sangue. Bisognerebbe evitare il consumo di alcolici e prediligere tutti i cibi che presentano un basso indice glicemico.

L’importanza dell’attività fisica

insulino resistenza attività fisica
Fonte: Freepik

Assieme alla dieta, è necessario anche praticare attività fisica. Come abbiamo detto, una delle principali cause dell’insulino resistenza è una vita troppo sedentaria. Invece una costante e moderata attività, specie se di tipo aerobico, può notevolmente migliorare la situazione.

Quando si fa sport, infatti, il cuore batte più veloce e il sangue scorre più in fretta. Questo è il miglior rimedio contro l’ipertensione, senza contare che muovendosi si bruciano calorie, grassi e accumuli adiposi. Curando dieta e attività fisica, nella maggior parte dei casi, si può tenere sotto controllo l’insulino resistenza senza farmaci.

Naturalmente ogni caso deve essere considerato singolarmente: è sempre il medico di fiducia che deve prescrivere la terapia e anche il regime alimentare più adatto ad ogni singolo paziente.

Loading...
Advertisement
Top