Menù

Labirintite: quali sono le cause, i sintomi e i rimedi

Shares
labirintite
Read Carefully

La labirintite è un’infiammazione acuta o cronica del labirinto e dei suoi canali semicircolari. Essendo il labirinto sede dell’organo dell’equilibrio, il sintomo principale della labirintite è quindi la vertigine. Proprio per questo, nel linguaggio comune spesso patologia e sintomo sono oggetto di confusione.

Cos’è il Labirinto?

Labirintite

Struttura dell’orecchio interno

L’orecchio è diviso in tre parti:

  • esterno:, che include parte la porzione esterna dell’orecchio e il condotto uditivo;
  • medio: che include il timpano e i tre ossicini noti come: martello, incudine e staffa;
  • interno:, che include il labirinto.

 Il labirinto (o apparato vestibolare o vestibolo), posto dietro l’orecchio interno, è una struttura complessa. Essa è costituita, da diverse componenti che consentono la percezione dell’accelerazione verticale, orizzontale e angolare. Fornisce al cervello informazioni sulla posizione della testa e del corpo nello spazio. Esso è, inoltre, sensibile a suoni a bassa frequenza (sotto i 500 Hertz) e alto volume (superiori ai 100 decibel) che quindi stimolano il movimento.

Ogni disturbo del vestibolo comporta l’invio d’informazioni errate al cervello. Anche gli occhi trasmettono informazioni sulla posizione al cervello.

Quando le informazioni provenienti dal labirinto e dagli occhi non corrispondono, il cervello ha difficoltà a interpretare ciò che sta succedendo. Questa errata interpretazione spesso causa vertigini, capogiri, nausea e vomito, ma anche perdita dell’udito o percezione di suoni anomali.

Cause della Labirintite

Le cause della labirintite non sono sempre chiare. Spesso, la condizione segue una malattia virale, come il raffreddore o l’influenza. I virus, o la risposta immunitaria nei loro confronti. Tutte queste condizioni possono causare l’infiammazione che determina la labirintite.

Altre potenziali cause di labirintite possono essere:

  • Trauma o lesione alla testa o all’orecchio;
  • Infezioni batteriche;
  • Allergie;
  • Abuso di alcool;
  • Tumore benigno dell’orecchio medio;
  • Alcuni farmaci;
  • Vertigine posizionale parossistica benigna.

Mentre tra le cause più gravi ci sono:

  • Tumori alla base del cervello;
  • Insufficiente apporto ematico verso il cervello o verso i nervi che circondano il labirinto.

Sintomi della Labirintite

sintomi più comuni della labirintite, che possono durare per giorni o addirittura settimane a seconda della causa e della gravità, comprendono:

  • Vertigini;
  • Nausea;
  • Vomito;
  • Scialorrea (saliva che gocciola);
  • Perdita di equilibrio;
  • Lieve cefalea;
  • Tintinnio;
  • Perdita uditiva;
  • Stordimento;
  • Acufene;
  • Nistagmo (movimenti involontari degli occhi);
  • Sudorazione;
  • Malessere generale.

Questi sintomi spesso peggiorano spostando la testa, anche da seduti o guardando verso l’alto.

Diagnosi Labirintite

Per la diagnosi di labirintite quattro sono gli esami diagnostici a cui ci si può affidare:

  • Tac o risonanza magnetica: consentono di visualizzare i tessuti molli all’interno dell’orecchio e di valutare in maniera scrupolosa le condizioni del labirinto.
  • Esame audiometrico: permette di valutare un’ eventuale perdita della capacità d’ascolto.
  • Esame audiovestibolare: comprende una serie di esami volti a valutare la reazione del labirinto se sottoposto a situazioni di stress.

Rimedi per la Labirintite

trattamenti solitamente includono:

  • adeguata idratazione (bere acqua abbondantemente);
  • riposo nelle fasi di vertigine acuta;
  • riduzione delle fonti di stress esterne (come rumori e luci);
  • farmaci per ridurre i sintomi.

Nei casi in cui la labirintite è causata da infezioni, si adopereranno antivirali e antibiotici.

Rimedi Naturali 

Per curare la labirintite possono essere d’aiuto:

  • lo yoga, praticando asana che radicano alla terra, permettendo di ristabilire un contatto con la radice;
  • lo shiatsu, agendo sui meridiani di milza, stomaco e rene, a seconda della specificità dei sintomi;
  • terapie naturali tra cui la moxibustione e l’agopuntura sui punti di tonificazione di yin del rene e del Qi di stomaco, la chinesiologia, la cromoterapia;
  • la riflessologia, agendo sui punti riflessi del piede e intervenendo sul sistema olistico di cui si compone l’uomo, può risalire alle cause della labirintite, calmando i sintomi e risolvendo l’insorgenza dei disturbi alla radice;
  • fiori di Bach: quando la malattia si associa a stati emotivi particolari;
  • gli oli essenziali applicati tramite dei tamponi, in particolare l’olio di tea tree, timo, lavanda e camomilla diluiti in un cucchiaio di olio vegetale biologico.
Loading...
Advertisement
Top