Menù

Prurito notturno: scopri le cause più comuni

Shares
Read Carefully

Il prurito rappresenta una reazione comune ad alcuni stimoli irritativi o infiammatori che generalmente colpiscono la pelle, ma può essere legato anche alla presenza di alcune patologie per le quali rappresenta un sintomo che non va trascurato, soprattutto qundo si presenta insistentemente durante la notte.

Possiamo immaginare quanto questo problema possa condizionare la vita di chi ne è affetto, dal momento che interferisce con la qualità del sonno, provocando disagio e irrequietezza, per questa ragione è importante per prima cosa scoprirne le cause.

Il prurito notturno può interessare aree diverse del corpo, le più colpite tuttavia sono le braccia, le gambe, i piedi e la zona pubica e può presentarsi a qualsiasi età.

Pur essendo il prurito una condizione che può presentarsi in qualsiasi momento della giornata, quando si manifesta prevalentemente di notte indica la presenza di un disturbo sistemico, ossia non strettamente correlato ad una affezione locale come ad esempio una puntura d’insetto o una dermatite, per le quali il prurito fa parte di una serie di sintomi assieme ad esempio al bruciore, l’arrossamento o alla desquamazione.

Perchè di notte?

Coloro che sono affetti da questo fastidioso disturbo, sicuramente si saranno chiesti il motivo per cui di notte è particolarmente accentuato.

Questa circostanza è ben nota alla medicina, tuttavia non esite una causa univoca sul perchè durante la notte il prurito si accentua.

Secondo alcun teorie sembrerebbe essere correlato al ritmo circadiano in quanto proprio durante la notte e in condizioni normali, si registra un aumento della temperatura che potrebbe favorire il peggioramento di patologie che interessano la pelle (eritema, psoriasi ecc).

Inoltre aumenta la perdita di liquidi e di conseguenza aumenta la secchezza cutanea, mentre diminuisce la secrezione del cortisolo, un ormone che prende parte tra l’altro, nei processi antiinfiammatori.

Loading...

E’ evidente però, in assenza di patologie cutanee, che il prurito notturno può rappresentare un sintomo associato ad un quadro clinico che merita di essere aprofondito, per questo è importante parlarne con il proprio medico allo scopo di risalire tempestivamente alle cause che lo determinano, soprattutto se si protrae per più di 48 ore.

Cause più frequenti del prurito

Le cause responsabili del prurito sono varie, sia che esso si manifesti durante il giorno, che durante la notte.

Le più comuni sono da ricercarsi all’interno di patologie di tipo sistemico che riguardano il complesso epatico, i reni  in particolare l’insufficienza renale, problemi ormonali per lo più a carico della tiroide e il diabete.

Mentre per le patologie che interessanto la pelle, il prurito è  correlato alle dermatiti, eczemi, psoriasi e a diversi tipi di herpes.

Inoltre c’è da tener presente un aumento del numero di casi di scabbia, soprattutto nei bambini, e seppur sia una infezione reativamente rara non può essere ignorata soprattutto se il prurito si manifesta nella zona pubica.

Se hai trovato utile questo articolo condividilo con i tuoi amici!

Loading...
Advertisement
Top