Menù

Sindrome delle gambe senza riposo – sintomi e rimedi naturali

Condivisioni
Leggi con attenzione

Indice dei contenuti

Se anche a te capita l’impellente necessità di muovere le gambe soprattutto la notte o quando comunque sei a riposo, probabilmente hai a che fare con la sindrome delle gambe senza riposo. Fastidiosa sensazione questa a cui occorre necessariamente trovare una soluzione, magari con rimedi naturali, che permetta quantomeno di alleviare in disturbo.  Per farlo dobbiamo prima capire le cause che portano alla sindrome delle gambe senza riposo ed i sintomi, solo allora potremo analizzare i rimedi.

Cause

Sono molteplici le cause che possono portare alla sindrome delle gambe senza riposo, prime fra tutte carenze alimentari, come ad esempio carenze di ferro.  Oltre a questo si ritiene che possa essere responsabile delle gambe senza riposo l’alterazione, il mal funzionamento della dopamina, un neurotrasmettitore, un ormone che aiuta a mantenere sane le attività cerebrali. Negli ultimi tempi gli studiosi ritengono che sia correlata anche l’attività di un altro ormone, questa volta tiroideo, ovvero la tireotropina. Lo squilibrio di entrambi gli ormoni provocherebbe la sindrome delle gambe senza riposo.

Loading...

Sintomi

La sindrome delle gambe senza riposo si manifesta con fastidiosi formicolii, prurito o dolori. Le gambe sono dolenti, nei casi più gravi si avvertono dolori simili a crampi e solo muovendole si riesce a trovare sollievo. Al contrario, in situazioni di riposo il disturbo sembra aumentare. Infine i sintomi sembrano seguire il ciclo giorno-notte ovvero peggiorano durante la notte mentre migliorano durante il giorno. Di conseguenza anche la qualità del sonno ne è pregiudicata.

Rimedi naturali

Da quanto detto appare evidente la necessità di ricorrere a rimedi, meglio se naturali, che possano alleviare o ridurre questi sintomi. Vediamoli insieme:

  • Curare l’alimentazione implementando le sostanze carenti quali il ferro o attraverso integratori oppure consumando cibi che ne sono ricchi, magari accompagnando il tutto con acido folico e vitamina B12.
  • Rilassare i muscoli praticando esercizi stretching, yoga o massaggi che possono allentare le tensioni muscolari.
  • Evitare bevande eccitanti come caffè o alcool, così come sarebbe meglio evitare cene pesanti e ricche di grassi.
  • Da introdurre invece l’uso regolare di tisane rilassanti che abbiano proprietà sedative ed aiutino a dormire, ad esempio la tisana alla melissa, alla camomilla o alla passiflora.
  • Prima di coricarsi è consigliabile fare dei bagni caldi rilassanti, mentre si è in acqua è bene praticare dei massaggi alle gambe e rilassare la muscolatura. Tendete ad esempio i muscoli del piede per alcuni secondi e quindi rilasciate rilassandovi. Praticate lo stesso esercizio risalendo l’arto verso l’alto.
  • Curare l’igiene del sonno, ovvero dormire in un ambiente salubre, fresco e confortevole; badare inoltre a mantenere una certa regolarità degli orari in cui dormire.
Leggi anche  Smettere di fumare: dopo quanto tempo i primi benefici? Subito!
Loading...
loading...
Advertisement
Top