Menù

Tachicardia: cause e rimedi di un disturbo ormai diffuso

Condivisioni
Leggi con attenzione

Sono moltissime le persone che soffrono di tachicardia: dura per poco tempo, ma può proseguire anche per giorni. In genere, ci sorprende all’improvviso e, altrettanto di sorpresa, se ne va. 

Loading...
Cos’è la tachicardia? 

E’ un disturbo dovuto all’aumento delle palpitazioni che aumentano il battito cardiaco e l’innalzamento della pressione sanguigna provocando vertigini, svenimenti ed episodi di epilessia nei casi più gravi. 

Quali sono le cause della tachicardia? 

Le cause che portano a questo disturbo sono molteplici: ansia, stress, febbre, cattiva digestione, attività fisica intensa o problemi di salute. Anche alcune sostanze che ingeriamo possono dare origine ad episodi di tachicardia: l’assunzione di farmaci stimolanti per lunghi periodi, l’alcool e la caffeina. Esistono dei disturbi che possono portare a tachicardie patologiche, parliamo di disturbi cardiaci, anemia ed ipertiroidismo. 



© FineShine / Shutterstock.com - 165486410

Come individuare la tachicardia? 
E’ necessario individuare con attenzione i sintomi, ma non c’è metodologia migliore se non quella di sottoporsi ad un esame conosciuto come elettrocardiogramma che analizza il funzionamento del nostro cuore e lo riporta su carta sotto forma di grafico; in base al risultato dell’esame il medico stabilirà poi la cura. E’ necessario distinguere bene da quale tipologia di tachicardia si è affetti perché ve ne sono vari tipi. 

Come curare la tachicardia in modo naturale? 

Questo disturbo si può curare, oltre che farmacologicamente, in altri modi a seconda della causa primaria che la provoca: 

L’alimentazione
Come in molti altri casi, può contribuire ad alleviare i disturbi dovuti alla tachicardia. 
Alcuni alimenti contengono una sostanza chiamata triptofano che rilassa l’organismo ed aiuta il sonno; questi cibi sono carne bianca, uova bollite, cipolla, aglio, cereali, pane, riso, pasta, lattuga, radicchio, frutta dolce e latte fresco caldo. E’ consigliato evitate, la sera, di ingerire il cacao, il cioccolato, gli alcolici e ciò che contiene caffeina come tè, caffè ed alcune bibite che renderebbero il vostro riposo disturbato.

La fitoterpia 
Non solo l’alimentazione ci può venire in aiuto nel caso di tachicardia: la fitoterapia, ovvero l’utilizzo di piante o estratti delle piante stesse al fine di curare i disturbi. Sarebbe un’ottima abitudine quella di bere una tisana a base di camomilla e melissa, per esempio. Un altro metodo fitoterapico è posizionare, sotto al vostro cuscino, un ulteriore cuscino imbottito di lavanda. Diffuso è l’uso dei fiori di Bach che regolano gli stati d’ansia, ma vengono spesso impiegati anche l’estratto di biancospino oppure la passiflora (chiedete al farmacista, all’omeopata o all’erborista le giuste dosi di assunzione). Sono molti altri gli oli a disposizione per controllare questo disturbo per cui rivolgetevi sempre al vostro medico. 

Medicina tradizionale cinese 
Molte persone affette da questo disturbo si affidano alla medicina cinese secondo la quale ogni organo del corpo è legato ad una parte del cervello; essa ritiene che la tachicardia sia dovuta a cali di energia, intossicazione o cattivo funzionamento di alcuni organi. Questo porta a sottoporsi a sedute di agopuntura o fitoterapia cinese. 

© Albrus / Shutterstock.com - 336621149

Cosa fare nel caso si volesse intraprendere qualche attività fisica? 
Si consiglia sempre di fare un percorso graduale, chiedendo consiglio anche al vostro medico.
In caso di tachicardia, rivolgetevi sempre al vostro medico di fiducia al fine di risolvere la situazione il prima possibile nel migliore dei modi. Qualcuno di voi soffre di tachicardia? Diteci come avete affrontato e controllato la situazione
Leggi anche  8 modi intelligenti per stare davanti al tuo smartphone e al pc
Loading...
loading...
Advertisement
Top