Menù

Ulcera gastrica sintomi: come riconoscerla

Condivisioni
Leggi con attenzione

L’ulcera gastrica si verifica quando lo strato di muco che protegge lo stomaco da succhi digestivi si riduce, consentendo così ai succhi gastrici di corrodere i tessuti di rivestimento dello stomaco. Le ulcere allo stomaco sono quindi delle erosioni più o meno profonde causate dall’acido cloridico presente nei succhi gastrici. Le ulcere sono  facilmente curabili, ma possono diventare gravi se non vengono trattate in modo adeguato.

Le cause più comuni di un’ulcera gastrica sono: 

  • l’infezione causata dal batterio Helicobacter pylori (H. pylori);
  • l’uso prolungato di aspirina e farmaci antiinfiammatori non steroidei (FANS) (Advil, Aleve, altri).;
  • Cause genetiche; 
  • Sindrome di Zollinger-Ellison.

I fattori di rischio dell’ulcera gastrica:

  • Tabagismo;
  • Alcolismo;
  • Diete molto grasse e cibi troppo piccanti; 
  • Elevato consumo di caffeina.

Sintomi Ulcera Gastrica

Quali sono i sintomi dell’Ulcera Gastrica? La gravità dei sintomi dipende dalla gravità dell’ulcera. In generale il sintomo più comune è una sensazione di bruciore o dolore nel mezzo dell’addome tra petto e ombelico. In genere, il dolore sarà più intenso quando lo stomaco è vuoto e può durare da pochi minuti a diverse ore.

I sintomi più comuni dell’ulcera gastrica sono:

  • Dolore all’addome (sopratutto durante i pasti);
  • Gonfiore addominale;
  • Bruciore di stomaco;
  • Reflusso acido;
  • Sensazione di bruciore al petto;
  • Anemia sideropenica (da carenza di ferro);
  • Calo dell’appetito con conseguente perdita di peso;
  • Sangue nelle feci;
  • Stanchezza cronica;
  • Nausea o Vomito.

Complicanze dell’ulcera gastrica:

L’ulcera gastrica può diventare emorragica (ovvero sanguinare). Il sanguinamento può essere scarso ma continuo, provocando nel tempo anemia. A volte compare in modo improvviso ma molto intenso, a tal punto da richiedere una trasfusione e un intervento immediato.

Un’altra possibile complicanza è la perforazione. Può perforare la parete gastrica e riversare il contenuto all’interno della cavità addominale, provocando peritonite. Anche in questo caso è necessario un intervento chirurgico immediato. L’ulcera può arrivare ad ad attaccare le pareti muscolari dello stomaco e giungere sino al fegato e al pancreas. In questo caso si parla di penetrazione. E infine, potrebbero esserci casi di occlusione, un gonfiore causato dall’infiammazione in grado di restringere il passaggio dallo stomaco al duodeno.

Come riconoscere l’ulcera gastrica

Come riconoscere l’ulcera gastrica?

La diagnosi di ulcera gastrica avviene con l’endoscopia associata a biopsia;praticata attraverso l’inserimento dell’endoscopio (un tubo sottile e flessibile), tramite la bocca e lungo la gola, passando per l’intestino e arrivando sino al duodeno dove, in genere, viene prelevato un campione di tessuto dalla parete dello stomaco o dallo stesso duodeno. 

Leggi anche  Sindrome del Tunnel Carpale - Trattare il dolore con l'olio di lino

Questo campione viene poi analizzato per certificare la presenza effettiva della malattia e la sua causa. Altri esami possono essere prescritti per verificare la presenza dell’Helicobacter pylori: test del respiro, esame del sangue per l’individuazione degli anticorpi in grado di combattere il batterio ed esame delle feci.

Loading...

Cura e prevenzione dell’ulcera gastrica

La cura varia a seconda della causa dell’ulcera. La maggior parte delle ulcere può essere trattata con una prescrizione da parte del medico. L’importante è trattare tempestivamente questo problema. 

Se l’ulcera dello stomaco è causata dall’ H. pylori , ti verranno prescritti antibiotici e farmaci inibitori della pompa protonica (PPI) . Gli IPP hanno la funzione di bloccare le cellule dello stomaco che producono acido.

Oltre a questi trattamenti, il medico potrebbe anche consigliare:

  • Bloccanti del recettore H2 (farmaci che bloccano anche la produzione di acido);
  • l’interruzione dell’uso di FANS;
  • probiotici;
  • integratore di bismuto subcitrato (un farmaco antiulcera in grado di proteggere la mucosa dello stomaco)

I sintomi dell’ulcera possono ridursi molto rapidamente dopo il trattamento. Anche se i sintomi scompaiono, bisognerebbe continuare a prendere i farmaci prescritti dal proprio medico. Questo risulta particolarmente importante nelle infezioni causate dal H. pylori . Nei casi più gravi, come detto in precedenza, è necessario l’intervento chirurgico. 

Per prevenire un’ulcera gastrica bisogna: lavare spesso le mani con acqua e sapone, mangiare cibi ben cotti ed evitare quelli troppo piccanti, limitare l’uso di FANS ed il consumo di alcol, smettere di fumare, gestire correttamente lo stress.

L’importanza della dieta per l’ulcera gastrica

Una dieta sana ed equilibrata è in grado di giovare la salute del tratto intestinale. Per combattere e prevenire l’ulcera gastrica è quindi buona norma consumare giornalmente frutta, verdura e fibre.

Alcuni alimenti giocano un ruolo fondamentale nell’eliminazione del H. pylori. Tra gli alimenti che possono aiutare a combattere H. pylori ed aumentare i batteri buoni presenti nel nostro corpo ci sono:

  • broccoli, cavolfiori, cavoli e ravanelli;
  • verdure a foglia verde, come spinaci e cavoli;
  • cibi ricchi di probiotici, come crauti, miso, kombucha, yogurt (specialmente con lactobacillus e Sacharomyces);
  • mele;
  • miele;
  • mirtilli, lamponi, fragole e more;
  • olio d’oliva.

Ricordatevi di non trascurare i sintomi e di rivolgervi al vostro medico se sospettate di avere un’ulcera gastrica.

Loading...
loading...
Advertisement
Top